Partito del Lavoro d'Albania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito del Lavoro d'Albania
Partia e Punes e Shqiperise
Ppshsymbol1981.png
Leader Enver Hoxha (1942-1985)
Ramiz Alia (1985-1991)
Stato Albania Albania
Fondazione 8 novembre 1941
Dissoluzione 1991
Sede Tirana
Ideologia Marxismo-Leninismo
Hoxhaismo
Anti-revisionismo
Isolazionismo
Collocazione Estrema sinistra
Testata Zeri i Popullit (1942-1991)
Organizzazione giovanile Unione dei Giovani Lavoratori d'Albania

Il Partito del Lavoro d'Albania (in albanese: Partia e Punes e Shqiperise) fu il partito che dominò la politica di partito singolo dal 1944 al 1991 in Albania, conosciuta in questo periodo come Repubblica Popolare Socialista d'Albania. Venne fondato nell'8 novembre 1941 sotto il nome di Partito Comunista d'Albania. Supremo organo del partito era il Politburo, i cui membri ed il cui presidente venivano eletti dal Congresso del Partito.

L'ideologia principale del partito fu il marxismo-leninismo anti-revisionista, che vide l'Albania schierarsi sia contro l'Occidente che i paesi comunisti, applicando una forte politica isolazionista per difendere il comunismo ortodosso. Spesso tale politica viene conosciuta anche come hoxhaismo, dal suo Primo Segretario Enver Hoxha che mantenne la sua carica per 43 anni (1942-1985).

Primo Segretario del Partito del Lavoro d'Albania[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]