Partito Riformatore Liberale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Riformatore Liberale
Parti réformateur libéral
Leader Charles Michel
(Movimento Riformatore)
Stato Belgio Belgio
Fondazione 1979
Ideologia Liberalismo
Collocazione Centro; Centro-destra
Affiliazione internazionale Internazionale Liberale

Il Partito Riformatore Liberale (Parti réformateur libéral, abbreviato in PRL) è un partito politico liberale belga. Costituisce la componente principale del Movimento Riformatore, creato nel 2002. È il principale erede nella Vallonia del Partito Liberale belga.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Partito Liberale belga venne fondato nel 1846. Si caratterizzò per posizioni alquanto anticlericali e per una politica attenta nei confronti delle classi meno abbienti, in particolare quella operaia. Fino agli anni venti del Novecento il PL rappresentò la componente di "sinistra" della politica belga, contrapposta ai partiti di ispirazione cristiana. Dopo l'affermazione del movimento socialista durante gli anni venti i liberali si spostarono progressivamente verso il centro e cominciarono ad allearsi con i partiti conservatori.

Nel 1961 il Partito Liberale cambiò nome e divenne Partito della Libertà e del Progresso (PLP). In seguito alle dure tensioni tra fiamminghi e valloni della fine degli anni sessanta e al crescente distacco tra le due comunità del Belgio, nel 1972 il PLP si scisse in un partito vallone (Parti de la liberté et du progrès) e in un partito fiammingo (Partij voor Vrijheid en Vooruitgang). A Bruxelles ciò che rimase del partito unitario si alleò in un primo tempo con i Federalisti Democratici Francofoni (FDF), poi i membri fiamminghi lasciarono il partito e quelli valloni confluirono temporaneamente nei FDF.

Nel 1976 il Partito della Libertà e del Progresso di Vallonia si fuse con il Raggruppamento Vallone, creando il Partito delle Riforme e della Libertà di Vallonia (PRLW), guidato da Jean Gol. Nel 1979 il PRLW si fuse con i liberali francofoni della regione di Bruxelles, dando vita al Partito Riformatore Liberale. Jean Gol rimase leader del partito fino al 1981. Alle elezioni parlamentari del 1981 il PRL ottenne uno dei suoi migliori risultati.

Nel 1992 il PRL si alleò con i Federalisti Democratici Francofoni e l'anno successivo i due partiti si federarono. Nel 1998 il Movimento dei Cittadini per il Cambiamento (MCC), composto da fuoriusciti dal Partito Sociale Cristiano, si alleò con la federazione PRL-FDF. Nel 2002 i tre partiti e il Partito per la libertà e il progresso della comunità germanofona ("Partei für Freiheit und Fortschritt") si federarono, dando vita al Movimento Riformatore.

Leader del PRL[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]