Partito Ortodosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Ortodosso
Partido Ortodoxo
Leader Eduardo Chibás (1947-1950)
Roberto Agramonte (1950-1952)
Stato Cuba Cuba
Fondazione 1947
Dissoluzione 1952
Sede L'Avana
Ideologia Nazionalismo cubano,
Martismo,
Riformismo,
Anti-imperialismo
Collocazione Centro-sinistra
Seggi massimi Camera
7 / 70
(massimo raggiunto nel 1950)
Seggi massimi Senato
2 / 54
(massimo raggiunto nel 1950)
Colori Bianco

Il Partito Ortodosso (spagnolo: Partido Ortodoxo, anche noto come Partido del Pueblo Cubano) era un partito politico cubano, riformista e nazionalista.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito fu fondato nel 1947 da Eduardo Chibás, per combattere la corruzione del governo e dell'apparato statale, con atti marcatamente riformisti. I suoi obbiettivi principali erano la chiusura delle basi militari americane, al fine di garantire una piena sovranità nazionale; creare uno stato semi-autarchico per garantire l'indipendenza economica e maggiori riforme sociali, al fine di combattere la povertà.

Alle elezioni cubane del 1948, il Partito Ortodosso conquistò 4 seggi alla camera e nessuno al senato, arrivando come terzo partito nazionale. Nelle elezioni di medio termine del 1950, il partito venne preso in mano dal cugino di Chibás, Roberto Agromonte, che i sondaggi davano per favorito per la vittoria nelle elezioni del 1952. Tuttavia, il "golpe bianco" di Fulgencio Batista in tali elezioni causò lo scioglimento del partito, i cui membri aderirono quasi tutti ai gruppi rivoluzionari anti-Batista.

Note[modifica | modifica wikitesto]