Partito Democratico Civico (Repubblica Ceca)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Democratico Civico
(CS) Občanská Demokratická Strana (ODS)
Leader Petr Fiala
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Fondazione 1991
Sede Doudlebská 5
Praga
Ideologia Conservatorismo,[1]
Liberismo,[1]
Euroscetticismo[1]
Collocazione Centrodestra
Partito europeo Alleanza dei Conservatori e Riformisti Europei
Gruppo parlamentare europeo Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei
Affiliazione internazionale Unione Democratica Internazionale
Seggi Camera dei Deputati:
16 / 200
 (2013)
Seggi Senato:
15 / 81
Seggi Parlamento europeo:
2 / 21
Organizzazione giovanile Mladí Konzervativci (Giovani Conservatori)
Iscritti 18 043[2]
Sito web www.ods.cz

Il Partito Democratico Civico (in ceco Občanská Demokratická Strana, ODS) è un partito politico ceco che ha aderito al gruppo dei Conservatori e dei Riformisti europei (2009).

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'ODS è stato fondato nel 1991 da Václav Klaus ed è guidato, attualmente, da Petr Nečas. L'ODS nasce da una scissione all'interno del Forum Civico (FC). FC era nato nel 1989 per partecipare alle prime elezioni democratiche dopo la dittatura comunista, nel 1990. FC fu guidato da Václav Havel fino a quando questi, nello stesso anno, fu eletto Presidente della Repubblica. Klaus fu eletto portavoce del Forum nel 1990 dopo che il partito aveva vinto le elezioni politiche (49,5%).

Volendo, però, perseguire una politica più liberista di quella sostenuta dal Forum, Klaus, nello stesso anno, abbandonò il proprio partito e fondò l'ODS, che svolse il suo primo congresso nel 1991. L'ala moderata, non liberista, del Forum, diede, invece, vita al Movimento Civico, che, però, alle elezioni del 1992, ottenne il 4,6%, senza eleggere deputati, non avendo superato lo sbarramento del 5%. L'ODS ottenne il 29,7% dei voti e guidò il governo dal 1992 al 1997. Le elezioni del 1996, infatti, videro l'ODS confermare i propri consensi (29,6%), anche se perse 8 seggi.

Alle elezioni del 1998, l'ODS perse ulteriormente consensi, scendendo al 27,7%, e seggi, conquistandone 63, 5 in meno. L'ODS fu superato dal Partito Social Democratico Ceco, che ottenne il 32,3% dei voti. Il calo del partito fu dovuto anche alla nascita, nello stesso anno, dell'Unione Liberale - Unione Democratica, che alle elezioni ottenne l'8% dei voti. L'ODS sostenne il nuovo governo a guida socialdemocratica. Le elezioni del 2002 segnarono un ulteriore calo dell'ODS, che scese al 24,5% dei voti ed ottenne 58 seggi. Per la prima volta dalla sua fondazione l'ODS passò all'opposizione di un governo composto da Socialdemocratici, democristiani e liberali.

Alle elezioni europee del 2004, l'ODS ottenne il 30% dei voti, tornando ad essere il primo partito. Alle politiche del 2006, il partito ha conseguito il 35,4% dei voti, eleggendo 81 deputati, tornando al governo con Mirek Topolánek.

Dal 2010 la leadership del partito è passata da Mirek Topolánek a Petr Nečas.

Ideologia[modifica | modifica sorgente]

Il Partito Democratico Civico è un partito di centrodestra a ispirazione conservatrice, liberista,> ed euroscettica.[1]

L'ODS è membro dell'Unione Democratica Internazionale, l'internazionale dei conservatori ed è vicino al partito Diritto e Giustizia polacchi e al Partito Conservatore britannico, con cui ha formato il gruppo dei Conservatori e dei Riformisti europei al Parlamento europeo.

Risultati elettorali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Wolfram Nordsieck, Czech Republic in Parties and Elections, 2013. URL consultato il 25 novembre 2013.
  2. ^ Sito ufficiale dell'ODS

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]