Park Chu-Young

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Park Chu-Young
Park Chu-Young Celta 2012.JPG
Dati biografici
Nazionalità Corea del Sud Corea del Sud
Altezza 182 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Al-Shabab Al-Shabab
Carriera
Squadre di club1
2005-2008 Seoul Seoul 69 (23)
2008-2011 Monaco Monaco 91 (25)
2011-2014 Arsenal Arsenal 1 (0)
2012-2013 Celta Vigo Celta Vigo 22 (3)
2014 Watford Watford 2 (0)
2014- Al-Shabab Al-Shabab 1 (1)
Nazionale
2005- Corea del Sud Corea del Sud 65 (24)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Londra 2012
Asian Games logo.svg Giochi asiatici
Bronzo Guangzhou 2010
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 maggio 2014

Park Chu-Young (hangŭl 박주영?; Daegu, 10 luglio 1985) è un calciatore sudcoreano, attaccante dell'Al-Shabab della Nazionale sudcoreana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Si fa rispettare nel gioco aereo, risulta efficace anche nel lavoro di sponda per i compagni e con il pallone tra i piedi, in velocità, diventa un cliente scomodo.[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Seoul[modifica | modifica wikitesto]

Fa il suo esordio calcistico nel 2005 militando nel Seoul, dove in tre anni di permanenza ha confezionato 96 presenze ed aver messo a segno 35 gol.

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcune prestazioni convincenti con la sua squadra in Corea e con la Nazionale Olimpica, Park viene acquistato dall' AS Monaco il 1º settembre 2008. Il 13 settembre segna al debutto, contro il FC Lorient, dopo 26' di gioco. Nei tre anni trascorsi al Monaco, Chu-Young collezionò 103 presenze e mise a segno 27 gol.

Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2011 l'Arsenal ne acquista il cartellino, assegnandoli la maglia numero 9.[2]

Park Chu-Young segna il suo primo gol con i Gunners al quarto round di Carling Cup, contro il Bolton Wanderers, in una partita vinta dall'Arsenal per 2-1. Gioca poi la sua prima partita in UEFA Champions League contro l'Olimpique Marsiglia nel pareggio esterno per 0-0, mentre in campionato viene schierato in una sola occasione. L'8 agosto 2012 si vede costretto a cambiare il suo numero di maglia a causa dell'arrivo di Lukas Podolski dal Colonia.

Celta Vigo e Watford[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2012 passa in prestito con diritto di riscatto al Celta Vigo.[3][4] Il 22 settembre 2012 segna il suo primo gol con la nuova maglia, nella vittoria casalinga per 2-1 contro il Getafe. [5] Al termine della stagione non viene riscattato dal Celta Vigo e fa quindi ritorno all'Arsenal.

Nel gennaio 2014 si trasferisce al Watford con la formula del prestito. A fine stagione, dopo solo due presenze con la maglia degli Hornets, non viene riscattato e rimane svincolato.

Al-Shabab[modifica | modifica wikitesto]

Il 1° ottobre 2014 firma un contratto annuale con l'Al-Shabab, club militante in Saudi Professional League.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 fa la sua prima apparizione, in amichevole, con la maglia della Nazionale coreana diventando un convocato fisso per le competizioni future[6][7]. Park con la nazionale maggiore ha giocato la 2010 FIFA World Cup, dove segna un autogoal,[8] la 2011 Asian Cup, e alle qualificazione dei Mondiali 2014.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]