Parineeta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Parineeta
Titolo originale Parineeta
Lingua originale Hindi, inglese
Paese di produzione India
Anno 2005
Durata 130'
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico, sentimentale, musical
Regia Pradeep Sarkar
Soggetto Sarat Chandra Chattopadhyay
Sceneggiatura Vidhu Vinod Chopra, Pradeep Sarkar Rekha Nigam
Produttore esecutivo Vidhu Vinod Chopra, Panchali Sarkar
Fotografia Nataraja Subramanian
Montaggio Hernanti Sarkar
Musiche Shantanu Moitra
Costumi Subarna Ray Chaudhuri
Interpreti e personaggi

Parineeta (Hindi: परिणीता, Urdu: پرنیتا), è un film di Bollywood del 2005, ispirato all'omonimo racconto del 1914 di Sarat Chandra Chattopadhyay. Il titolo significa “La donna sposata”.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia con le immagini di Calcutta, mentre il narratore (Amitabh Bachchan) introduce la storia parlando dell'imminente matrimonio tra Shekhar (Saif Ali Khan) e Gayatri Tanta (Diya Mirza). Entrambi sono molto ricchi: il primo è figlio di Navin Rai, grande possidente e la seconda di un importante industriale. Shekhar viene chiamato da Vasundhara, una vedova del vicinato e ci va a parlare; lì incontra Lolita (Vidya Balan), che ha sentito tutto, amica di vecchia data, che gli dice prontamente che lui, ora che si sta per sposare, non sembra più lo stesso. Shekhar, per nulla commosso, la riprende bruscamente dicendo che dovrebbe pensare ai suoi doveri di moglie invece che a criticarlo. A questo punto inizia un lungo flashback che dura per quasi tutto il film. Shekhar suona al piano e si ricorda dei tempi andati: quando era bambino e ha conosciuto Lolita, presa in famiglia perché i suoi genitori erano morti in un incidente di macchina. Dopo vari avvenimenti, un giorno, Lolita, che lavora nell'ufficio del signor Rai, scopre che c'è un progetto riguardante la costruzione di un hotel al posto della casa in cui abita lei con i suoi zii (che è ancora proprietà del padre di Shekhar). Per salvare la situazione si fa aiutare da un amico, magnate nel settore delle acciaierie, venuto da Londra, un certo Girish Sharma (Sanjay Dutt). Quando però, costui paga i soldi che servono per riscattare la proprietà, sia Navin che Shekhar hanno di che lamentarsi: il primo perché ha perso un'occasione di guadagno ben maggiore e il secondo perché sospetta fortemente che Girish abbia fatto ciò per conquistare il cuore di Lolita. Una notte, però, in un momento particolarmente favorevole per la relazione dei due, Shekhar e Lolita si sposano senza che nessuno sappia nulla, scambiandosi secondo l'usanza le ghirlande. Mentre Shekhar è fuori per un viaggio d'affari, Navin si vendica nei confronti della famiglia di Lolita, che abita di fronte a lui, facendo costruire un muro per non vederli più: ciò provoca un collasso al vecchio zio della ragazza, da sempre propenso a un matrimonio tra Lolita e Girish. Così per soddisfare il vecchio, i due decidono di sposarsi. Durante il viaggio Shekhar ha modo di conoscere meglio la ricca Gayatri e, una volta ritornato, apprende la notizia del matrimonio e decide, per ripicca, di sposarsi con l'ereditiera. A questo punto finisce il flashback e si ritorna alla sera del matrimonio. Ma è proprio Girish a presentarsi da Shekhar e a fargli capire tutto, compreso il fatto che Lolita in verità ha sempre amato lui. Mosso dal coraggio dato dall'amore, decide di distruggere il muro che ha fatto costruire il padre e dietro vi trova la sua amata Lolita.

Il narratore riprende la parola e chiude la storia, dicendo che Calcutta è di nuovo la città della gioia.

Uscite internazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Uscita in India India: 10 giugno 2005
  • Uscita negli Stati Uniti USA: 10 giugno 2005
  • Uscita in Australia Australia: 10 giugno 2005
  • Uscita nel Regno Unito Regno Unito: 10 giugno 2005
  • Uscita in Germania Germania: 10 febbraio 2006

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel film sono presenti sette canzoni, di seguito riportate nell'ordine in cui appaiono:

  • Dhinak Dhinak Dha
  • Soona Man Ka Aangan
  • Piyu Bole
  • Kaisi Paheli Zindagaani
  • Hui Main Parineeta
  • Kasto Mazza
  • Raat Hamari To

La prima canzone viene cantata subito all'inizio quando tutto è pronto per il matrimonio tra Shekhar e Gayatri: è tutto il popolo presente a cantare e i due sposi sono solo al centro dell'attenzione, senza cantare. La seconda viene cantata solo da Saif Ali Khan, mentre suona al pianoforte e riguarda i ricordi che ha con Lolita da piccola. Subito dopo, Piyu Bole è invece cantata dai due protagonisti, Lolita in piedi e Shekhar al pianoforte. La quarta canzone è quella ambientata al Moulin Rouge e vede la partecipazione straordinaria di Rekha. Hui Main Parineeta è cantata dai due protagonisti principali nel momento più romantico del film, subito dopo la scena dell'appassionato bacio. Kasto Mazza vede la partecipazione di un gruppo di bambini sul treno che sta portando Shekhar da Gayatri. Infine, Raat Hamari To è cantata nel momento di maggior tensione del film, subito dopo l'aspro litigio tra Shekhar e Lolita.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]