Parco nazionale di Chitwan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 27°30′N 84°20′E / 27.5°N 84.333333°E27.5; 84.333333

Parco nazionale di Chitwan
Chitwan National Park
Tipo di area Parco nazionale
Class. internaz. II
Stati Nepal Nepal
Province Distretto di Chitwan
Superficie a terra 932 km²
Rhinos leofleck.jpg
LocMap Chitwan.png
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Parco nazionale di Chitwan
(EN) Chitwan National Park
Sal forest leofleck.jpg
Tipo Naturali
Criterio (vii) (ix) (x)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1984
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Il Parco nazionale di Chitwan, che copre area di 932 km², è il più antico del Nepal. Fu creato nel 1973, e divenne patrimonio dell'umanità nel 1984. Si trova nel Nepal centro-meridionale, ed esattamente nel distretto di Chitwan, a 200 km dalla capitale Kathmandu.

Il parco è ricco di flora e fauna, tra cui una delle ultime popolazioni di rinoceronte indiano a corno unico e di tigre del Bengala. L'area viene chiamata anche "Foresta Quattro Miglia" (चार कोसे झाडी). Venne in passato usata per la caccia grossa, e fino al 1951 rimase riserva di caccia reale. Nel parco si praticano canoa, cavalcata di elefanti e visite guidate.

Ad est si trova la riserva di Parsa (49.900 ha) oltre cui c'è la Riserva di caccia Bara (25.900 ha). A sud il Chitwan confina con la riserva indiana di Valmiki.

La vegetazione è composta da foreste decidue, soprattutto di sal. I pini dominano Siwalik. Nelle pianure bagnate dai grandi fiumi, di nome Rapti, Reu e Narayani, vi sono fondi coperti da erba degli elefanti che si alterna con una foresta pluviale.

Il parco di Chitwan ospita almeno 43 specie di mammiferi, 450 di uccelli e 45 di anfibi e rettili. Elefanti e rinoceronti indiani sono le specie più grandi che si trovano nel parco, ma vi sono anche altri erbivori, gaur, sambar, muntjac indiani, cervi chital, cervi porcini, sirau di Sumatra, antilopi quadricorne e cinghiali selvatici. Questi animali vengono cacciati da tre grandi predatori, leopardi, cani selvatici e tigri, e da mangiatori di carogne quali iene striate. Gli orsi labiati sono tra le principali attrazioni del parco. I piccoli carnivori sono sciacalli dorati, martore dalla gola gialla, tassi del miele, lontre dal pelo liscio, piccole e grandi civette indiane, civette comuni, piccole anguste indiane, manguste indiane grigie, manguste mangiatrici di granchi, gatti del Bengala, gatti marmorati e gatti pescatori. Tra gli altri mammiferi ricordiamo macachi rhesus, lemuri grigi, scoiattoli settentrionali delle palme, scoiattoli volanti giganti, porcospini indiani, lepri ispide, lepri indiane e delfini del Gange.

Tra i rettili più grandi troviamo coccodrilli e pitoni indiani.

L'unico branco di rinoceronti fu oggetto della trasmissione The Jeff Corwin Experience nell'episodio 11 della seconda stagione. Questo parco nazionale si trova a soli 10 chilometri da Bharatpur e dal suo aeroporto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • K. K. Gurung & Raj Singh: Field Guide to the Mammals of the Indian Subcontinent, Academic Press, San Diego, ISBN 0-12-309350-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità