Parco nazionale Richtersveld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco nazionale Richtersveld
Tylecodon paniculatus-PICT2534.jpg
Tipo di area Parco nazionale
Class. internaz. IUCN category II
Stati Sudafrica Sudafrica
Provvedimenti istitutivi 1991
Gestore South Africa National Park
Map Richtersveld Municipality and Parks de.svg
Sito istituzionale

Il parco nazionale Richtersveld è un parco nazionale della Repubblica Sudafricana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il parco di Richtersveld fu istituito nel 1991 dopo un lungo braccio di ferro tra il Governo sudafricano e la comunità locale dei Nama, in base a un contratto della durata di 30 anni. Esso prevede che la comunità nama possa continuare a far pascolare il proprio bestiame nelle terre del parco ed esercitare altri usi tradizionali quali la raccolta di legna da ardere. L'accordo prevede anche che i rappresentanti dei Nama facciano parte del comitato di gestione del parco.

La vicenda del parco è stata accompagnata da un rinnovato interesse verso la cultura tradizionale che ha portato gli abitanti del Namaqualand ad affermare la propria discendenza dai primi residenti dell'area: i Nama. Questo discorso identitario ha qualcosa di sorprendente da parte di una comunità fortemente meticciata che aveva da tempo rinnegato le proprie radici etniche.

Dal 2003 il parco di Richtersveld assieme al parco della Namibia Ai–Ais Hot Springs Game Park fa parte dell'Ai-Ais/Richtersveld Transfrontier Park, un parco della pace transnazionale.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Il parco ospita diverse specie di mammiferi tra cui rhebok, cefalofi, raficeri campestri, saltarupi, kudu, zebre di montagna del Capo, babbuini, caracal e leopardi. Molto ricca anche l'avifauna.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Pachypodium namaquanum

Il parco rappresenta un vero paradiso per i botanici per la sua eccezionale ricchezza di specie vegetali endemiche. Probabilmente, la pianta più conosciuta del Richtersveld è l'halfman (Pachypodium namaquanum) il cui nome sembra appartenere alla tradizione dei Nama che credevano che queste piante si trasformassero in uomini. Un'altra pianta molto caratteristica è il quiver-tree o kokerboom (Aloe dichotoma). Degne di nota sono pure le varie specie di succulente, come i “sassi viventi” o stone-plants (Lithops sp. pl.), così chiamati perché spuntano tra le rocce e si mimetizzano con esse per non essere brucate dagli erbivori. Molte di queste specie rischiano l’estinzione: il loro numero è stato ridotto dalle prolungate siccità, dall'eccessivo pascolo e dalla raccolta indiscriminata da parte di collezionisti e commercianti (si tratta infatti di piante che crescono molto lentamente).

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Gli spostamenti all'interno del parco sono difficoltosi, e si rende necessario l'uso di mezzi a trazione integrale. I turisti possono soggiornare in appartamenti presso i villaggi di Eksteenfontein e Lekkersing, sul confine del patrimonio, ed a Rooiberg al suo interno.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]