Parco di Muskau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Parco di Muskau
(EN) Muskauer Park/Park Muzakowski
Park Muzakowski5.jpg
Tipo Culturali
Criterio (i) (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2004
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Coordinate: 51°33′01″N 14°43′36″E / 51.550278°N 14.726667°E51.550278; 14.726667 Il Parco di Muskau, (in tedesco Muskauer Park e in polacco Park Mużakowski) è il più grande e il più famoso parco in stile inglese della Germania e della Polonia. Si estende per circa 545 ettari su entrambi i lati del fiume Nysa Łużycka, che costituisce il confine tedesco-polacco. Il centro del parco appartiene alla città tedesca di Bad Muskau.

Il 2 luglio 2004 l'UNESCO ha iscritto il parco nella lista dei Patrimoni dell'umanità, citando la sua importanza per lo sviluppo dell'architettura del paesaggio come disciplina vera e propria.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il fondatore del parco fu il Principe Hermann von Pückler-Muskau (1785-1871), l'autore di Hints on Landscape Gardening e proprietario di Bad Muskau dal 1811. Dopo prolungati studi in Inghilterra, nel 1815 fondò il parco. Mentre il tempo passava, stabilì una scuola internazionale di gestione dei paesaggi a Bad Muskau e auspicò la costruzione di un parco paesaggistico che avrebbe circondato la città "in un modo mai fatto prima in così grande scala".

Le opere includevano il rimodellamento del Vecchio Castello e la costruzione di una cappella gotica, un cottage inglese più alcuni ponti. Pückler ricostruì il castello come centro del parco, con una rete di itinerari che da esso dipartono. Questo avvenne fino al 1845, quando Pückler fu costretto a vendere il suo patrimonio. Tutto fu comprato da un principe olandese, che impiegò Eduard Petzold, allievo di Pückler e conosciuto giardiniere paesaggistico, per completare l'opera.

Durante la Battaglia di Berlino entrambi i castelli furono distrutti e tutti e quattro i ponti rasi al suolo. Dal 1945 il parco è stato diviso dal confine di stato tra Polonia e Germania, con due terzi dell'estensione del parco su territorio polacco. Il Vecchio Castello fu infine ricostruito dall'amministrazione della Germania Est nel 1965-1972, mentre il Nuovo Castello e i ponti sono ancora in restauro.


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità