Parco naturale di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco naturale di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli
Tipo di area Parco naturale
Codifica EUAP 0231
Class. internaz. Diploma europeo delle aree protette
Stati Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Province Pisa Pisa, Lucca Lucca
Superficie a terra 23 115 ha
Superficie a mare 0 ha
Provvedimenti istitutivi L.LRR. 61, 13.12.79/24, 16.03.94
Gestore Ente parco (ind. viale delle Cascine, San Rossore, Pisa)
Presidente Fabrizio Manfredi
Migliarino-SRossore-Massaciuccoli.svg
Sito istituzionale

Il Parco Naturale Migliarino - San Rossore - Massaciuccoli è stato istituito con L.R. Toscana n. 61 del 13 dicembre 1979. Il territorio del Parco si estende sulla fascia costiera delle province di Pisa e Lucca comprendendo i comuni di Pisa, Viareggio, San Giuliano Terme, Vecchiano, Massarosa e Livorno. Comprende inoltre il Lago di Massaciuccoli, le foci dei fiumi Serchio, Arno e Fiume Morto, la ex Tenuta Presidenziale di San Rossore, le pinete del Tombolo, di Migliarino e della Macchia Lucchese, nonché la torre e le secche della Meloria.

Nel 2005 è stato insignito del Diploma europeo delle aree protette[1]

Descrizione geografica[modifica | modifica sorgente]

Il Parco è suddiviso in alcune aree principali. La Macchia Lucchese è la fascia boscosa a nord, racchiusa tra Viareggio, Torre del Lago Puccini e la costa. L'area del Massaciuccoli comprende il lago e l'area palustre che lo circonda. La Fattoria di Vecchiano e la Fattoria di Massaciuccoli sono invece le vaste aree di bonifica sottratte al lago, rispettivamente nel Comune di Vecchiano e nel Comune di Massarosa. Le due aree si differenziano dalle pompe idrovore che le gestiscono.
Continuando lungo la costa vi sono le importanti tenute di Tenuta di Migliarino, di Tenuta di San Rossore, di Tenuta di Tombolo e di Tenuta di Coltano, in parte adibite ad agricoltura e in parte a bosco.
Completano le aree di gestione del parco le secche della Meloria, un importante sistema di secche, con due scogli affioranti, dotati di fondali dall'importante valore naturalistico.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Presenta varie tipologie di ambienti naturali. È prevalente l'area boschiva, infatti un terzo della superficie del Parco è ricoperta da boschi e presenta alberi di pioppo, ontano, frassino, leccio e pino (pino domestico e pino marittimo). Inoltre sono presenti anche dune ed aree palustri. In questi ambienti è presente una flora rara (drosere, periploche, osmunda, ibisco rosa).

Fauna[modifica | modifica sorgente]

La fauna annovera una ricca varietà di uccelli (oasi LIPU del parco), tra i quali: il germano reale, gli ardeidi (l'airone cenerino, l'airone bianco maggiore e la garzetta), i trampolieri, i gabbiani, le anatre e i cormorani. Sono presenti anche la poiana, il cavaliere d'Italia, il gruccione e le gallinelle. Nel bosco è facile incontrare la specie del picchio verde e rosso. È zona di nidificazione del fratino.
Oltre agli uccelli sono presenti diversi mammiferi di media e piccola taglia, tra i quali il daino, il cinghiale, il coniglio selvatico e la volpe rossa.
Notevole la presenza di anfibi e rettili, tra cui la vipera.
Sono presenti un po' tutti i pesci d'acqua dolce tipici delle pianure italiane (carpa, luccio, tinca...), oltreché i pesci che risalgono i fiumi dal mare come l'anguilla e il cefalo. Questi ultimi entrano anche nel Lago di Massaciuccoli. È importante citare la presenza del gambero rosso della Luisiana, detto anche gambero killer, diffusosi dal lago alla palude e successivamente a tutti gli ambienti umidi, non soltanto quelli limitrofi al parco.

Accessi[modifica | modifica sorgente]

La palude del lago di Massaciuccoli

L'ex Tenuta Presidenziale di San Rossore è aperta al pubblico la domenica ed i giorni festivi, salvo per visite guidate organizzate durante la settimana. L'accesso è permesso a piedi ed in bici. Le visite guidate si svolgono, inoltre, su cavalli e carrozze. La Macchia Lucchese, il lago di Massaciuccoli, la Tenuta di Coltano e parte delle tenute di Migliarino e di Tombolo sono visitabili liberamente. Il lago di Massaciuccoli può essere visitato anche in battello.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ministero dell`Ambiente - Le aree protette italiane insignite del Diploma

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]