Parco comunale Bosco delle Pianelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco comunale
Bosco delle Pianelle
Tipo di area Parco comunale
Codifica EUAP EUAP0459
Stati Italia Italia
Regioni Puglia Puglia
Province Taranto Taranto
Comuni Martina Franca
Superficie a terra 590,00 ha
Provvedimenti istitutivi D.C.C. 63, 07.06.94
Gestore Comune di Martina Franca
Bosco Pianelle Taranto.jpg

Il Parco comunale Bosco delle Pianelle è un bosco esteso per seicento ettari di proprietà del comune di Martina Franca in Provincia di Taranto.[1]

Questo bosco occupa buona parte del gradino murgiano sino a Monte Fellone e Specchia Tarantina,oltre i bivi di Villa Castelli, Crispiano e di Mottola, digrada rapidamente verso la piana di Massafra. Agli inizi del Novecento si rifugiarono qui molti briganti.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Luogo ricco di cavità carsiche, il popolamento floristico è caratterizzato da fragno, roverella e lecceta d'alto fusto.
Il fragneto del bosco delle Pianelle è arricchito anche dalla vegetazione delle rare piante della splendida peonia, il carpino nero e la carpinella. Diverse le specie di orchidee selvatiche, di cui quelle più diffuse appartengono al genere Orchis e si possono osservare con maggiore frequenza in primavera.
Le altre specie presenti sono: l'orniello, l'olmo campestre, il terebinto, il corbezzolo, il biancospino, il lentisco ed il pero selvatico.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Molto ricca la fauna avicola: tra i rapaci diurni emerge la poiana con il suo lento volo planato. Tra i Falconidi vi è il gheppio. Non è difficile avvistare il raro sparviere. Tra i rapaci notturni, oltre la comune civetta, vanno segnalati l'allocco,il barbagianni, e soprattutto il gufo comune. Uccello estivo e nidificante è l'upupa, vero simbolo dei boschi di quercia, e soprattutto dei fragneti, che pare prediligere per le sue acrobazie aeree e per la cova. Ed è proprio nel ceduo di fragno, in particolare al confine tra questa ed i campi circostanti, che possiamo trovare alcuni Lanidi, come l'averla cinerina e l'averla capirossa. Uccelli stanzianti tutto l'anno sono la quaglia, il fagiano, la gazza, il corvo e il picchio rosso. Mammiferi tipici del bosco sono gli scoiattoli ed altri piccoli roditori quali il topo quercino, il ghiro ed il topo campestre, oltre a lepri e conigli selvatici. Altri mammiferi sono la volpe, il tasso, la faina, il gatto selvatico, il riccio, la puzzola, il cinghiale e l'istrice. Se si è fortunati è possibile anche avvistare qualche gruppo di daini.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]