Paraumano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il concetto dell'artista australiana Patricia Piccinini di come ibridi umani-cani potrebbero apparire sono creature provocatorie parte di una scultura intitolata "La Giovane Famiglia," prodotta per mettere in luce la possibile realtà di paraumani in una maniera pietosa.

Il termine "paraumano" si riferisce ad un ibrido umano-animale. Tecnicamente tali ibridi esistono di già; per esempio, le valvole di cuori umani difettosi sono rimpiazzate di frequente con quelle prese da mucche o maiali[senza fonte]. Questa operazione chirurgica rende effettivamente il ricevente una chimera umana-animale, benché non vi siano effetti visibili. O ancora i diabetici utilizzano insulina prodotta da tecnologia da DNA ricombinante prodotto da batteri. Gli scienziati hanno effettuato una larga ricerca nelle combinazioni di geni da specie differenti per esempio aggiungendo geni umani (e di altri animali) a batteri e ad animali da fattoria per produrre insulina e proteine della seta di ragno. Da notare che geni individuali possono essere trapiantati senza asportare intere cellule.

Ibridi umani-animali[modifica | modifica wikitesto]

Ci si riferisce ai paraumani anche come "ibridi umani-animali." Il termine è stato utilizzato recentemente per descrivere un esperimento nel 2003, durante il quale scienziati cinesi alla Shanghai Second Medical University hanno fuso con successo cellule umane con ovuli di coniglio, come riporta il 25 gennaio un articolo del National Geographic.[1]

Fondamento logico[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono diverse possibili ragioni per le quali paraumani o chimere potrebbero essere creati. Le forme correnti di chimera esistono per scopi medici o industriali, ad esempio la produzione di medicinali o di organi adatti al trapianto di organi. Altri esperimenti mirano invece a conoscere il funzionamento del corpo umano per esempio creando topi con un sistema immunitario simile per studiare l'AIDS o con un cervello che incorpora neuroni umani. Le restrizioni applicate alla clonazione e alle cellule staminali hanno fatto della ricerca sulle chimere un'attrattiva alternativa in molti campi (in italia però la legge 40 del 2004 mantenuta successivamente a un referendum limita anche questo tipo di pratiche).

Se i paraumani fossero creati con ingegneria sulle cellule della linea germinale potrebbero riprodursi e essere abbastanza differenti dagli umani ordinari i quali non potrebbero poi generare prole con loro, Questo farebbe di loro una distinta specie. Paraumani invece creati usando solo cellule somatiche avrebbero bambini "normali". Un'altra differenza chiave è che la linea germinale paraumana dovrebbe essere ben progettata e modificata prima della nascita mentre se si lavora sulle cellule somatiche si ha maggiore flessibilità in caso di errore o di modifica. L'ultima metodica è quindi più spesso vista come maggiormente etica anche perché il paziente potrebbe valutare i cambiamenti e decidere cosa fare tramite il consenso informato.

Etica[modifica | modifica wikitesto]

La ricerca sui paraumani ovviamente solleva problemi etici, morali, e legali. Alcuni individui, particolarmente quelli con profonde radici religiose, vedono la creazione delle chimere come una devalorizzazione dell'unicità della vita umana oppure come un'interferenza con un piano divino.

In contrasto, alcuni transumanisti vedono la tecnologia come una delle molte vie per superare i limiti della specie umana, come malattie e sofferenza, e anche come un importante obiettivo per raggiungere potenziali risultati medici e commerciali.[2] Il dibattito può essere anche visto in termini di libertà individuale nell'usare la tecnologia delle cellule germinali o la genetica delle riproduzione.

Altre questioni etiche (condivise in generale nel campo dell'ingegneria genetica) coinvolgono il possibile stato morale e legale degli individui ibridi o razza, il potere decisionale su queste creazioni dovrebbe permettere solo i trattamenti medici (far recuperare funzioni perdute) con una netta distinzione con il potenziamento degli standard umani. Ai medici dovrebbe essere permesso offrire trattamenti legati alle tecnologie del paraumano, ma gli xenotrapianti porrebbero anche il rischio di trasmissione delle malattie fra specie diverse.

Paraumani nel cinema fantascientifico[modifica | modifica wikitesto]

Gli autori di film fantascientifici a volte usano il termine "paraumano" per riferirsi a distinte "razze" di creature simili all'uomo create tramite l'ingegneria genetica. Un paraumano creato partendo da un animale non umano può essere considerato un miglioramento biologico, come nel lavoro di David Brin, mentre un paraumano basato più strettamente sul genoma umano potrebbe essere chiamato post-umano o transumano. Il gioco di ruolo Transhuman Space e il libro a cui è ispirato "GURPS Bio-Tech" usano il termine "paraumano" riferendosi indistintamente a "varianti umane" oppure a "pattern di razze" pesantemente modificati. Tali aspetti variano in un range che va dalla serie dei gilgamesh che raffigura normali umani con vita allungata alla serie di Lepus che raffigura conigli antropomorfici fino al "ratto Tek" che è un'unione di uomo, orsetto lavatore ed opossum. La serie televisiva Dark Angel presenta un gruppo di paraumani (riferiti nella serie come transgenici) con DNA selezionato per potenziarne le abilità in modo da essere usati come supersoldati.

Il concetto di paraumano è un concetto utile nella fiction scientifica perché offre allo scrittore vie per esplorare argomenti come il razzismo, l'alienazione, la religione e la libertà, oltre al poter fornire la possibilità della colonizzazione di luoghi esotici come gli oceani o i pianeti con proprietà non simili alla Terra.

Un lavoro famoso che coinvolge i paraumani (non riferendosi al loro aspetto) è l'isola del dottor Moreau di H.G. Wells. Durante "l'età dell'oro" della fiction scientifica i paraumani di Cordwainer Smith chiamati da lui "underpeople" (umani derivati da allevamenti animali) erano una parte importante delle storie ambientate nell'universo chiamato Instrumentality. Più recentemente, Caitlín R. Kiernan, che si identifica come paraumanista, ha esplorato il mondo dei paraumani in storie come The Dry Salvages, "Riding the White Bull," e "Faces in Revolving Souls".

Nei fumetti della Marvel Comics, c'è un personaggio chiamato la Bestia che presenta caratteristiche da Paraumano.

Nel film scientifico-fantastico del 2009 intitolato Splice, due scienziati creano un nuovo organismo chiamato Dren che si dimostra essere un caso di Paraumano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maryann Mott, Animal-Human Hybrids Spark Controversy, National Geographic News, 25 gennaio 2005. URL consultato il 22 marzo 2006.
  2. ^ Position on Human Germline Genetic Modification, 24 dicembre 2005. URL consultato il 14 dicembre 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia