Paranyctimene raptor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta dalle narici a tubo verde
Immagine di Paranyctimene raptor mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Paranyctimene
Specie P. raptor
Nomenclatura binomiale
Paranyctimene raptor
Tate, 1942

Il pipistrello della frutta dalle narici a tubo verde (Paranyctimene raptor Tate, 1942) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico della Nuova Guinea.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medio-piccole dimensioni, con lunghezza dell’avambraccio tra 48 e 58 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 63 e 94 mm, la lunghezza della coda tra 17 e 23,4 mm, un peso fino a 33 g e un'apertura alare fino a 37,4 cm.[3][4]
Il colore del dorso è bruno grigiastro, più scuro sulla nuca, i fianchi e la regione anale, mentre il ventre è giallo-ocra. Il muso è grigio brunastro; la banda dorsale è assente. Le membrane alari e la pelle intorno agli occhi sono verdastre, mentre sono presenti le macchie chiare e scure sulle ali e sulle narici. L'iride è color ambra, gli artigli sono marrone scuro e la parte distale della coda è nerastra.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Vive solitariamente nella densa vegetazione.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono di frutti di specie native di Ficus e della specie introdotta di Piper aduncum.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono state osservate femmine gravide tra gennaio e marzo, in allattamento a maggio e giovani indipendenti tra luglio e agosto. Danno alla luce un piccolo all'anno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa in Nuova Guinea, Waigeo e Salawati.[1]

Vive nelle foreste tropicali umide primarie e secondarie, nei giardini e nelle paludi fino a 1.200 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene ci sia molta confusione sull'areale e la densità della popolazione dovuto alla contemporanea presenza di P. tenax, dalla quale è praticamente indistinguibile esternamente, la IUCN Red List classifica P. raptor come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Bonaccorso, F. & Helgen, K. 2008, Paranyctimene raptor in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Paranyctimene raptor in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Bonaccorso, 1998
  4. ^ Pattiselanno, 2003

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi