Paranoid Park

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paranoid Park
Titolo originale Paranoid Park
Lingua originale inglese
Paese di produzione Francia, Stati Uniti
Anno 2007
Durata 85 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Gus Van Sant
Soggetto Blake Nelson (libro)
Sceneggiatura Gus Van Sant
Produttore David Allen Cress, Charles Gilibert, Marin Karmitz, Nathanaël Karmitz, Neil Kopp
Casa di produzione MK2
Distribuzione (Italia) Lucky Red
Fotografia Christopher Doyle, Kathy Li
Montaggio Gus Van Sant
Scenografia John Pearson-Denning
Costumi Chapin Simpson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Paranoid Park è un film del 2007 diretto da Gus Van Sant, tratto dall'omonimo romanzo di Blake Nelson.

Presentato il 21 maggio 2007 in concorso al Festival di Cannes, dove ha vinto il Premio speciale del 60º anniversario,[1] è uscito nelle sale italiane il 7 dicembre dello stesso anno.

È stato eletto miglior film del 2007 dai critici della prestigiosa rivista francese Cahiers du cinéma, e secondo miglior film dell'anno dai lettori della stessa rivista[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alex è un sedicenne che vive a Portland negli Stati Uniti d'America. La sua passione è lo skateboard e tutta la cultura che ci sta attorno. Con l'amico Jared comincia a frequentare il Paranoid Park, un posto conosciuto da tutti gli skater della città. Lì conosce altri skater che, una sera, gli propongono nuove emozioni forti: saltare sui treni merci in transito nella vicina stazione. Per una brutta coincidenza una mossa avventata di Alex fa cadere tra i binari una guardia accorsa per sistemare i due sprovveduti. La guardia viene tranciata in due da un altro treno e questo incidente apre l'incubo del protagonista. Alex si ritrova a vivere con un grosso peso che influenzerà i rapporti con chi gli sta attorno; lascia la sua ragazza Jennifer e inizia ad uscire con Macy, alla quale confessa che è accaduto qualcosa che lo fa star male. Macy gli consiglia, per liberarsi del peso, di scrivere quello che è successo in una lettera da indirizzare ad un amico, magari a lei. Alex scrive i fatti ed è seguendo la sua scrittura che lo spettatore viene pian piano a conoscenza degli avvenimenti.


Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 2007, festival-cannes.fr. URL consultato l'11 luglio 2011.
  2. ^ Cahiers du cinéma n° 630 del gennaio 2008, articolo riportato qui

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema