Paperino sotto le armi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paperino sotto le armi
Titolo originale Donald Gets Drafted
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1942
Durata 9 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37:1
Genere commedia, animazione
Regia Jack King
Sceneggiatura Carl Barks, Jack Hannah, Harry Reeves
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Buena Vista Distribution
Animatori Paul Allen, Jim Armstrong, Hal King, Ed Love, Ray Patin, Retta Scott, Judge Whitaker
Musiche Paul J. Smith
Scenografia Bill Herwig
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Doppiaggio 1986

  • Franco Latini: Paperino, Sergente Pietro, Ufficiale dietro la scrivania, Esaminatori vari

Doppiaggio anni '90

Paperino sotto le armi (Donald Gets Drafted) è un film del 1942 diretto da Jack King. È un cortometraggio animato della serie Donald Duck, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito negli Stati Uniti il 1º maggio 1942, distribuito dalla RKO Radio Pictures. Nel cartone animato, Paperino si arruola nell'esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale e segue la sua introduzione alla vita militare. Il film presentò la canzone "The Army's Not the Army Anymore", di Carl Barks e Leigh Harline.

Paperino sotto le armi fu il primo di una serie di cinque corti in cui Paperino presta il servizio militare durante la seconda guerra mondiale, e l'unico della serie ad avere un doppiaggio italiano degli anni '90. Il cartone animato rivelò anche per la prima volta il nome originale completo di Paperino - Donald Fauntleroy Duck - visto sul suo "Ordine di reclutamento" dalla prima inquadratura del film.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Pieno di entusiasmo, Paperino cammina verso il suo ufficio di arruolamento locale dopo aver ricevuto un ordine di reclutamento. Lungo il marciapiede oltrepassa diversi manifesti di reclutamento che romanzano la vita nell'esercito. Giunto all'ufficio di arruolamento, Paperino saluta un ufficiale seduto a una scrivania, presenta la sua carta, ed esprime il suo desiderio di unirsi alle forze aeree dell'esercito, aggiungendo che tutti, nella sua famiglia, sono stati piloti. L'ufficiale manda Paperino in una stanza dove dovrà sottoporsi ad un esame fisico.

All'interno della sala d'esame, un team di medici in camice bianco passano in fretta attorno a Paperino, lo misurano e provano i suoi segni vitali, la visione e l'udito. Diverse gag durante la scena sottolineano la volontà dell'esercito di accettare più reclute possibili: un esempio è quando un medico tiene in mano un cartellino rosso con la parola "rosso" stampato su di essa e chiede: "Di che colore è questo cartoncino rosso?". Paperino risponde "Rosso!". Il medico gli mostra poi su un'altra carta verde con la parola "verde" stampato su di essa e dice: "E questo verde?". Paperino risponde "Blu!", e il medico dice "Blu? Ci sei andato vicino". In un altro esempio, il medico mette una sveglia dal forte ticchettio direttamente contro la testa di Paperino e gli chiede: "Senti qualcosa?". Al termine della prova, a Paperino viene data un'uniforme e gli viene timbrata la scritta "O.K." sul sedere.[2]

La seconda parte del film si svolge durante l'addestramento di base di Paperino. Mentre l'unità viene fatta marciare intorno al campo dal sergente istruttore Pietro Gambadilegno, Paperino è distratto dai Douglas C-47 Skytrain che volano basso, ricordandogli che avrebbe preferito volare. La mancanza di concentrazione di Paperino lo porta a non stare al passo con gli altri soldati. Dopo aver confuso i suoi movimenti militari, la baionetta all'estremità del fucile provoca ancora più problemi. Pietro congeda gli altri soldati per dare a Paperino un "addestramento speciale". Ma presto ammette: "Sei senza speranza!".

Infine l'inettitudine di Paperino lo porta a una serie di spari accidentali dal suo fucile, molti dei quali colpiscono Pietro che, in modo tipico da cartone animato, è illeso. La scena finale mostra Paperino che intaglia la buccia di una patata per formare la scritta "Al diavolo". La telecamera si tira indietro e rivela che Paperino è in una grande stanza con molte altre patate da sbucciare.

Sfondo[modifica | modifica sorgente]

L'umorismo satirico in Paperino sotto le armi riflette un sentimento anti-militare sentito in particolare da Carl Barks, uno degli sceneggiatori del film. Egli scrisse il testo della canzone della sigla, sceneggiò il film e disegnò i manifesti di reclutamento che Paperino vede sulla strada per l'ufficio di arruolamento. Barks stesso era un pacifista che era contro il coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra. Una volta disse: "Quando ho visto quanto poco abbiamo raggiunto con la prima guerra mondiale ho pensato: perché diavolo uccidere un'altra generazione di giovani uomini per ottenere lo stesso risultato?" In Paperino sotto le armi Barks ridicolizza il reclutamento militare, in particolare la sua propaganda ingannevole. Il film ha lo scopo di tracciare una netta distinzione tra la vita glamour presentata nei manifesti al di fuori dell'ufficio di arruolamento rispetto alla realtà che Paperino trova all'interno. Più tardi, quando Paperino è all'addestramento di base, Barks prende in giro la disciplina militare, e dà anche al sergente una punizione facendolo colpire. Questo funzionò bene con il pubblico che era risentito dal rigore militare mentre l'America si stava mobilitando per la guerra.[3]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Il primo doppiaggio del film venne effettuato nella primavera del 1986 per l'inclusione nella VHS Paperino marmittone. Tutti i personaggi erano doppiati da Franco Latini, e la canzone iniziale era rimasta in inglese. Il corto venne poi regolarmente ridoppiato negli anni '90 (compresa la canzone), e distribuito in DVD con questo doppiaggio.

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

VHS[modifica | modifica sorgente]

L'unica VHS in cui venne incluso il cortometraggio fu Paperino marmittone, uscita nella primavera del 1986. Il film venne doppiato per l'occasione.

DVD[modifica | modifica sorgente]

Il cortometraggio è incluso nel DVD Walt Disney Treasures: Semplicemente Paperino - Vol. 2, con il doppiaggio anni '90.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Donald Gets Drafted from The Encyclopedia of Animated Disney Shorts
  2. ^ Questa gag viene direttamente dal corto Topolino contro i gatti (1929) dove Topolino viene timbrato in un modo simile.
  3. ^ Tom Andrae, Carl Barks and the Disney Comic Book, Jackson, Mississippi, Univ. Press of Mississippi, 2006, pp. 56–57, ISBN 1-57806-858-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]