Papagomys armandvillei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto gigante di Flores
Immagine di Papagomys armandvillei mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Papagomys
Specie P. armandvillei
Nomenclatura binomiale
Papagomys armandvillei
Jentink, 1892
Sinonimi

P.a.besar, P.verhoeveni

Il Ratto gigante di Flores (Papagomys armandvillei Jentink, 1892) è un roditore della famiglia dei Muridi endemico dell'isola di Flores.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di grandi dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 400 e 435 mm, la lunghezza della coda tra 330 e 360 mm, la lunghezza del piede tra 81 e 88 mm e la lunghezza delle orecchie tra 26 e 31 mm.[3]
La pelliccia è densa e ruvida, cosparsa densamente di peli spinosi lunghi 30-35 mm. Il corpo è robusto. Le parti superiori, incluso il dorso delle zampe, variano dal marrone scuro al bruno-rossiccio, più scuro lungo la parte mediana della testa e della schiena. Le parti inferiori sono grigio pallido, misto leggermente al bruno-rossiccio. La linea di demarcazione tra le due parti è più netta sul mento, la gola e sul dorso delle zampe. Le vibrisse sono lunghe e nere. Le orecchie sono piccole e rotonde, marrone scuro e ricoperte finemente di piccoli peli brunastri. Le mani sono corte e larghe. I piedi sono lunghi e larghi. Gli artigli sono robusti. La coda è più corta della testa e del corpo, bruno-nerastra con il terzo terminale generalmente bianco. Sono presenti 6-7 anelli di grosse scaglie per centimetro.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie terricola.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dentizione fa supporre una dieta a base di foglie, germogli, frutta e alcuni tipi di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa sull'isola di Flores.

Vive probabilmente in diversi tipi di habitat, incluse aree alterate e le foreste rigenerate.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato l'areale ristretto e la caccia a cui è soggetta come fonte alimentare, classifica P.armandvillei come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Aplin, K., Helgen, K., Musser, G., Lunde, D., Amori, G. & Ruedas, L. 2008, Papagomys armandvillei in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Papagomys armandvillei in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Musser, 1981, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Gigantismo insulare

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi