Paolo Giorza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Giorza (Milano, 11 novembre 1832Seattle, 4 maggio 1914) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era figlio di Luigi, pittore e cantante baritono drammatico. Fu proprio il padre ad iniziarlo alla musica.

Nel corso della sua vita, produsse e scrisse oltre 40 spartiti tra cui vari valzer; viaggiò in buona parte del mondo lavorando a Venezia, Vienna, Londra e Parigi prima di approdare in America ed in Australia. Nel 1858 scrisse la celebre "La bella Gigogin" diventata successivamente una canzone tanto famosa quanto amata, durante la Seconda guerra di indipendenza.

Venne eseguita presso il teatro Carcano di Milano nel 1858 per il Capodanno 1859 e da canzone simbolo dei bersaglieri italiani.

È del 10 marzo 1860 invece, la rappresentazione della sua prima opera lirica, dal titolo "Console di Milano" che riprendeva un episodio reale di storia lombarda. Su invito di Garibaldi, scrisse nel 1866 "Inno alla guerra", paroliere Plantulli. Altre opere che si ricordano: "La capanna dello zio Tom" (metà 1860) e nel 1867 si spostò nelle Americhe collaborando con vari teatri e cantanti.

Nel 1871 arrivò in Australia dove ebbe successo sia come compositore che come maestro tanto da essere annoverato, insieme ad Isaac Nathan, il più significativo musicista che lavorò in Australia nel XIX secolo. Morì a Seattle il 4 maggio 1914.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]