Paolo Aureliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Paolo Aureliano
Icona moderna di S. Paolo Aurelieano
Icona moderna di S. Paolo Aurelieano

Vescovo

Nascita  ?
Morte 573
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 12 marzo

Paolo Aureliano di Leon, o Pol de Léon, oppure Paolino Aureliano (Galles, ... – 573), fu tra i sette fondatori della Bretagna ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

La sua Vita fu completata nell'884 da un monaco di Landévennec di nome Wrmonoc.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paolo era figlio del capotribù Perfirio del Penychen (nel Glamorgan) (anche se forse si tratta di una confusione con re Paul Penychen). Era fratello di un certo Sidwell, che è stato a volte identificato con san Sidwell dell'Exeter. Paolo divenne pupillo di san Illtud a Llantwit Major e nell'isola di Caldey, come i santi Samson, Gildas e David.

Fondò monasteri in Bretagna (in Francia) a Lampol sull'isola di Ouessant, su quella di Batz (dove poi morì) nell'odierna città di Saint-Pol-de-Léon (nel Finistère). Là fu consacrato vescovo sotto l'autorità di re Childeberto dei franchi.

Alla sua morte, fu dapprima sepolto a Saint-Pol-de-Léon, ma poi il corpo fu trasferito a Fleury, vicino ad Orléans.

Secondo G.H. Doble potrebbe essere san Paolino del Galles.

Viene festeggiato il 12 marzo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) G.H. Doble, Lives of the Welsh Saints, 1971

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 77178334