Paolino Paperino Band

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paolino Paperino Band
Paese d'origine Italia Italia
Genere Punk rock
Rock demenziale
Periodo di attività 1987 – in attività
Etichetta AARGHH! Records
Album pubblicati 2
Studio 2
Live 0
Raccolte 0
Sito web

La Paolino Paperino Band è un gruppo punk rock proveniente dalla provincia di Modena. Nata nel 1987, la band è stata tra i precursori dei gruppi skacore che ebbero successo negli anni novanta.

Le diverse influenze musicali, dai Ramones ai Bad Brains agli Skiantos, mescolandosi alle caratteristiche e alla creatività dei membri, hanno portato il gruppo ad avere una propria identità che si è manifestata - e tuttora si manifesta- in canzoni a volte puramente demenziali, a volte di maggiore spessore: in esse, spesso, sono trattati argomenti politici e sociali. Tuttavia, la prerogativa saliente della band è la particolare vena ironica che contraddistingue la propria produzione artistica.[1]

Grazie alla politica di libera redistribuzione della musica che il gruppo ha abbracciato, è possibile scaricare tutte le canzoni della Paolino Paperino Band da Internet. Tra i loro pezzi più conosciuti figurano Tafferugli, Carabinieri, Fetta.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

La formazione originaria, con Yana alla voce, Bez alla batteria, Fox alla chitarra e Maso al basso, registra un primo demo autoprodotto nel 1988. Successivamente, Termos subentra a Bez alla batteria, e con questa composizione ha origine il primo mini LP, Fetta, nel 1991.

Dopo un nuovo cambio, cioè con Bez che ritorna alla batteria e con Termos che va al basso in sostituzione di Maso, viene prodotto nel 1993 l'album Pislas: un secondo mini LP, Le beste feroci del circo, prodotto per sostenere la Lega Anti Vivisezione, vede la luce l'anno seguente (1994). Queste produzioni sono tutte siglate ad opera della AARGHH! Records, un negozio di dischi di Modena, che promuove album di artisti emergenti e che raggiunge una discreta popolarità soprattutto grazie alla Paolino Paperino Band.

La formazione decide di interrompere la propria attività nel 1994. Da quella data vi sono solo due apparizioni estemporanee con la band al completo: in occasione del corteo-concerto del 5 giugno 2004 a sostegno del collettivo anarchico Libera di Modena, al quale partecipano migliaia di persone, e il 23 ottobre 2011, "Il giorno del ringraziamento", serata tributo a Stefano "Steppo" Nocetti. Tutti i componenti proseguono la loro carriera musicale con altri progetti, il più noto dei quali è il gruppo Lomas, nei quali milita il chitarrista Fox. Il 6 giugno 2009, viene rappresentato il musical Pilota Party, in cui appaiono Yana in qualità di attore e Termos di direttore musicale.

Nel maggio 2012, il gruppo decide di riprendere la propria attività artistica con una formazione modificata rispetto al 1994. Termos, che era entrato nella Paolino come batterista ma che era poi passato al basso negli ultimi anni di attività della band, decide di tornare ad occupare il posto dietro ai piatti; Bez, batterista al momento dello scioglimento, rimane all’interno della nuova Paolino come seconda voce; Yana resta il cantante principale, mentre Fox, lo storico chitarrista, decide di non prendere parte al nuovo progetto; vengono chiamati, per completare la nuova formazione, Garu come bassista e Skeggia come chitarrista. Ai musicisti si affianca Marco Balugani, che assume le vesti del "tuttofare", dal costumista al truccatore, dall'autista all'assistente di palco.

Il gruppo così riformato si esibisce dal vivo, dopo quasi vent’anni di inattività, al Tempo Rock di Gualtieri il 27 ottobre del 2012. La “nuova” Paolino si dedica per tutto l’autunno 2012 alla composizione di pezzi inediti, in vista dell'uscita di un nuovo album: per realizzarlo, il gruppo lancia un'operazione di crowdfunding, coinvolgendo i sostenitori e garantendo loro una copia dell'album, insieme ad una t-shirt avente come stampa il logo del gruppo ideato da Yana. Nel frattempo, Raffa si aggiunge alla formazione in qualità di chitarrista, mentre Bez rimane nel gruppo solo in veste di collaboratore.

A febbraio 2013, il gruppo si chiude in studio di registrazione: presso il Bombanella Soundscapes di Maranello prende vita un album interamente nuovo, dal titolo Porcellum (inizialmente la band aveva annunciato di volerlo chiamare Uguali a noi umani). L’album Porcellum esce a metà aprile 2013 in CD e in vinile: quest'ultimo formato vede la stampa di un'edizione limitata, cioè il vinile rosso, accanto al vinile nero normale.

In occasione della registrazione, Stefano Cesca si unisce alla Paolino per curare la realizzazione del nuovo album, diventando il sesto componente della formazione, in veste di fonico e mixerista: Cesca, oltre ad occuparsi dell'aspetto tecnico delle esibizioni live, cura il video di Troiaio, uno dei pezzi del nuovo LP, presentato ufficialmente al Pianoterra di Milano il 9 giugno 2013.

Da aprile a luglio il gruppo si impegna in una stagione live, denominata "Porcellum tour", nella quale, girando tra Italia e Svizzera, promuove il proprio ultimo lavoro.

Al termine del Porcellum Tour, il gruppo tira fuori dalle proprie cantine le bobine dei primi album e, sempre presso il Bombanella Soundscapes di Maranello, viene realizzata la rimasterizzazione dell'LP Pislas, del mini-LP Fetta e dei 7". L'operazione di rimasterizzazione avviene appena in tempo: le bobine, infatti, riescono a farsi ascoltare un'ultima volta, prima di rovinarsi e distruggersi per sempre. Dall'operazione di rimasterizzazione, nasce il CD Pislas: pubblicato dalla AssTo Records, la neo-etichetta nata in seno alla stessa Paolino, il CD contiene i brani di Pislas, Fetta e dei 7" come bonus, finalmente in formato digitale: Pislas Edizione Rimasterizzata contiene 23 brani dai suoni nettamente migliorati, mentre la copertina rimane quella dell'omonimo album.

Contemporaneamente, la Paolino si affida alla BPM Records per l'organizzazione del tour 2014, chiamato questa volta "Ciccioli Tour": da febbraio a luglio 2014 la band è impegnata in vari live, soprattutto nel Nord Italia.

Componenti[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1988 - La Prima Paolino (demo su nastro)
    1. Candy's - 2:34
    2. Gilda - 3:26
    3. Ignorante - 4:41
    4. Ivo - 4:14
    5. Chanson d'amour - 2:13
    6. Capelli - 3:35
    7. I migliori siamo noi - 2:34
  • 1991 - Fetta (mini LP)
    1. Fetta - 3:43
    2. Compagno Cittadino - 3:53
    3. Assto - 1:11
    4. Porno Tu - 3:10
    5. Bimbi Morti - 3:18
  • 1993 - Pislas (LP e cd)
    1. A.N.D.S. - 2:48
    2. Tafferugli - 3:20
    3. Tonnoplast - 2:24
    4. Hey Tu - 3:01
    5. La Mela - 3:58
    6. La Pentola - 2:29
    7. L'opinionista - 1:31
    8. Le bestie feroci del circo - 2:59
    9. Stronzi - 2:14
    10. Vigile - 3:08
    11. Extracomunitario - 3:23
    12. Troietti - 1:39
    13. Maicol - 3:44
    14. Alcool Puro - 2:18
    15. Fetta - 3:43
    16. Compagno Cittadino - 3:53
    17. Assto - 1:11
    18. Porno Tu - 3:10
    19. Bimbi Morti - 3:18
    20. Discotecaro - 3:00
    21. Carabiniere - 3:00
    22. X - 3:22
    23. Patata Malata - 2:45

(La versione in cd comprende anche il mini-LP "Fetta")

  • 1994 - Le Bestie Feroci del Circo (mini LP)
    1. Bestie feroci del circo - 2:55
    2. Discotecaro - 3:30
    3. Patata Malata - 2:40
    4. Ics - 3:34
    5. Carabiniere - 2:40
  • 2013 - Porcellum (LP, LP edizione limitata, cd)
    1. Giornalista - 2:18
    2. Referendum - 2:23
    3. Ciccioli - 2:11
    4. Troiaio - 3:10
    5. Sampietrini - 3:09
    6. Passami il sale - 0:08
    7. Jesus Crust - 2:23
    8. Introverso - 2:25
    9. Anima del cazzo - 2:24
    10. Peones - 2:40
    11. Enalotto - 2:34

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Gianluca Testani, Enciclopedia del rock italiano, Arcana Editrice, 2006, p. 311, ISBN 88-7966-422-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk