Panther (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Panther
Panther.JPG
Una scena del film
Titolo originale Panther
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA, Regno Unito
Anno 1995
Durata 125 min
Colore B/N, colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico
Regia Mario Van Peebles
Soggetto Melvin Van Peebles (racconto)
Sceneggiatura Melvin Van Peebles
Produttore Mario Van Peebles, Melvin Van Peebles, Preston L. Holmes, Robert De Niro
Casa di produzione Tribeca Production, MVP Films, Polygram Filmed Entertainment, Working Title Films
Fotografia Edward J. Pei
Montaggio Earl Watson
Musiche Stanley Clarke
Interpreti e personaggi
Premi
(EN)
« All the power at the people. »
(IT)
« Tutto il potere al popolo. »
(Le Pantere Nere)

Panther è un film del 1995 diretto da Mario Van Peebles, scritto dal padre Melvin Van Peebles, riguardante la storia delle Pantere Nere.

Vinse il Pardo d'argento al Festival di Locarno nel 1995. In Italia non è stato mai distribuito nelle sale cinematografiche. Il Centro Sociale Leoncavallo lo ha sottotitolato in italiano e distribuito nel circuito alternativo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film narra la storia del movimento rivoluzionario afroamericano delle Pantere Nere, dal 1966 al 1968. Dall'incontro tra Huey P. Newton e Bobby Seale alla scorta operata nei confronti di Betty Shabazz (la vedova di Malcolm X), fino ai tentativi da parte della CIA e dell'F.B.I. di smembrare il movimento, portando la droga nei ghetti afroamericani.

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

  • «The People Called Them Heroes. The F.B.I. Called Them Public Enemy Number One»
    «Le persone li chiamavano eroi. L'F.B.I. li chiamava Nemico Pubblico Numero Uno».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema