Paniqua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paniqua
insediamento
(SL) Ponikve
Paniqua – Veduta
Localizzazione
Stato Slovenia Slovenia
Regione statistica Goriziano
Comune Tolmino
Territorio
Coordinate 46°08′15.72″N 13°49′01.56″E / 46.1377°N 13.8171°E46.1377; 13.8171 (Paniqua)Coordinate: 46°08′15.72″N 13°49′01.56″E / 46.1377°N 13.8171°E46.1377; 13.8171 (Paniqua)
Altitudine 673.9 m s.l.m.
Superficie 7,86 km²
Abitanti 203 (2002)
Densità 25,83 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 5283
Fuso orario UTC+1
Provincia storica Litorale
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Paniqua
Paniqua

Paniqua[1] (in sloveno Ponikve) è un paese della Slovenia, frazione del comune di Tolmino.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La località è situata a 12,6 km dal confine italiano, su delle alture vicino alla sponda destra del fiume Idria. L'altura principale è il Pušnik (841 m). La località è bagnata dal torrente Castagniviza (Kostanjevica).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il dominio asburgico Paniqua fu comune autonomo[2]. Dal 1920 al 1947 fece parte del Regno d'Italia, inquadrato nella provincia di Gorizia e fu comune autonomo fino al 1928 quando fu soppresso e aggregato a Santa Lucia d'Isonzo; passò poi alla Jugoslavia e quindi alla Slovenia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale di Paniqua è dedicata all'Annunciazione della Vergine e appartiene alla diocesi di Capodistria. Una seconda cappella è dedicata a Sant'Anna[3].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. il toponimo "Paniqua" a p. 66 sull'Atlante geografico Treccani, vol I, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2008.
  2. ^ Comune di Paniqua – Catasto austriaco franceschino 1822
  3. ^ Lista delle chiese della Diocesi di Capodistria