Palmotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo stemma dei Palmotta

La famiglia Palmotta (nelle fonti anche Palmota o Palmata, in croato Palmotić, Palmutić o Paomotić) fu una famiglia nobile della Repubblica di Ragusa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Palmotta provennero a Ragusa probabilmente dalla regione che in antico si chiamava Hum (nelle fonti anche Chelmo o Chelmia). Il primo documento tuttora conservato nell'archivio di Ragusa in cui si cita un de Palmata è del 1222, ma da altre fonti li si ritiene presenti nella Repubblica di San Biagio fin dal 1157.

Fra il 1440 e il 1640 i Palmotta contarono 46 membri del Maggior Consiglio, pari al 2,09% sul totale[1]. In questi duecento anni, ottennero anche 67 cariche senatoriali (4,93%), 42 volte la qualifica di Rettore della Repubblica (5,88%), 34 membri del Minor Consiglio (6,51%) e 15 Guardiani della Giustizia (6,09%)[2].

Giunio Palmotta

Il ramo principale raguseo risulta estinto con la morte di Elena (Jelena) Palmotta nel 1709.

Personalità notabili (in ordine cronologico)[modifica | modifica wikitesto]

  • Giunio Palmotta (in croato Junije Palmotić, 1606 - 1657) - Uno dei maggiori poeti ragusei, è considerato fra i capostipiti della moderna letteratura croata.
  • Giorgio Palmotta (? - ?) - Fratello di Giunio, fu anch'egli poeta e scrittore in lingua illirica.
  • Giacomo Palmotta (? - 1670) - Uomo politico e poeta, lasciò interessanti opere in lingua illirica, fra le quali il poema in venti canti Dubrovnik ponovljen (Ragusa rinnovata) e la tragedia inedita Didone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zdenko Zlatar, "Huius... est omnis Rei Publicae potestas": Dubrovnik's patrician houses and their partecipation in power (1440-1640), in Dubrovnik Annals, 6/2002, p. 54.
  2. ^ Zdenko Zlatar, Op. cit., p. 60.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Maria Appendini, Notizie istorico-critiche sulle antichità storia e letteratura de' Ragusei, Dalle stampe di Antonio Martecchini, Ragusa 1803
  • Renzo de' Vidovich, Albo d'Oro delle famiglie nobili patrizie e illustri nel Regno di Dalmazia, Fondazione Scientifico Culturale Rustia Traine, Trieste 2004
  • Simeone Gliubich, Dizionario biografico degli uomini illustri della Dalmazia, Vienna-Zara 1836
  • Giorgio Gozzi, La libera e sovrana Repubblica di Ragusa 634-1814, Volpe Editore, Roma 1981
  • Robin Harris, Storia e vita di Ragusa - Dubrovnik, la piccola Repubblica adriatica, Santi Quaranta, Treviso 2008
  • Konstantin Jireček, L’eredità di Roma nelle città della Dalmazia durante il medioevo, 3 voll., AMSD, Roma 1984-1986

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]