Palla di sego

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palla di sego
Titolo originale Boule de suif
Altri titoli Pallina[1]
Palla di lardo[1]
Boule de Suif.jpg
Illustrazione del 1907
Autore Guy de Maupassant
1ª ed. originale 1880
1ª ed. italiana 1911[1]
Genere racconto
Lingua originale francese

Palla di sego (Boule de suif) è una novella del 1880 di Guy de Maupassant.

L'opera nasce da una richiesta di Émile Zola che propone ai giovani scrittori del suo gruppo di scrivere un racconto sull'invasione prussiana a Parigi.

Le opere degli scrittori (tra cui una dello stesso Zola) sono state raccolte nelle "Soirées de Médan". Médan è la località dove si trova la casa di campagna di Émile Zola.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La novella narra la storia di un gruppo di 10 persone in fuga da Rouen, invasa dai prussiani, su una carrozza diretta alla volta di Dieppe.

La protagonista è Palla di sego, una prostituta che, nello spazio ristretto della diligenza, si trova a convivere con un gruppo di nove persone che comprende tre coppie di coniugi appartenenti a diversi ceti sociali (commercianti, ricchi borghesi, nobili), un inoffensivo rivoluzionario repubblicano e due suore. Tutti sono ansiosi di sfuggire all'invasore e di raggiungere zone più tranquille dove curare i propri interessi.

Durante il viaggio Palla di Sego è dapprima mal tollerata, poi le cose cambiano e viene poco alla volta integrata nel gruppo, ciò a seguito di due episodi.

Nel primo la carrozza procede lentamente sotto una forte nevicata e i tempi del viaggio si allungano. La ragazza è l'unica previdente che ha con sé da bere e da mangiare, mentre gli altri passeggeri sono in preda ai morsi della fame. L'uno dopo l'altro, pur di mettere qualcosa sotto i denti, passano sopra il disprezzo sociale per Palla di sego e si servono in abbondanza dal cesto in cui la ragazza tiene ogni ben di Dio.

La protagonista torna al centro dell'interesse dei suoi compagni di viaggio in una seconda occasione: la diligenza è ferma da giorni all'albergo del Commercio perché un ufficiale prussiano pretende il pagamento di una gabella in natura da Palla di sego. Lei, che è l'unica animata da vero spirito patriottico, rifiuta sdegnata. Gli altri viaggiatori in un primo tempo la spalleggiano, ma col passare dei giorni davanti alla prospettiva di veder interrotto il loro tragitto, la spingono a cedere. Grazie al sacrificio della protagonista la diligenza riparte; accolta e blandita nel momento del bisogno, viene rimessa al proprio posto ed emarginata quando tutto rientra nella normalità.

Palla di sego in altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Da Palla di sego trarrà spunto Ernest Haycox per scrivere il racconto Stage to Lordsburg, sceneggiato poi da Dudley Nichols per il film western Ombre rosse girato da John Ford nel 1939.

Anche il film Un branco di vigliacchi del 1962 è un adattamento del racconto, ma è ambientato durante la seconda guerra mondiale con la protagonista che diventa una profuga, forse ebrea, e l'ufficiale che diventa un sergente nazista.

"Palla di sego" è il soprannome dato dai soldatacci tedeschi di Sven Hassel alla robusta e manesca capo-infermiera dell'ospedale di guerra in cui sono ricoverati, nel romanzo Kameraden del 1962. Dopo una serie di esilaranti scontri verbali e fisici Palla di sego diventerà temporaneamente la "fidanzata" di Fratellino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Catalogo SBN. URL consultato il 26-03-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura