Palazzo dei Consoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°21′12.24″N 12°34′42.1″E / 43.3534°N 12.57836°E43.3534; 12.57836

Palazzo dei Consoli
Gubbio Palazzo dei Consoli z01.jpg
Il palazzo visto dalla piazza antistante
Ubicazione
Stato Italia Italia
Regione Umbria
Località Gubbio
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1332-1349
Stile architettura gotica
 
Veduta

Il Palazzo dei Consoli si trova a Gubbio e rappresenta uno dei più imponenti palazzi pubblici d'Italia.

Venne costruito fra il 1332 ed il 1349 su progetto di Angelo da Orvieto, citato anche nell'iscrizione sita sul portale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il palazzo, a pianta rettangolare, presenta un'articolazione molto complessa essendo impostato sopra una piazza che in realtà, sfruttando l'andamento del terreno, rappresenta la copertura dei livelli inferiori del palazzo medesimo.

La facciata verso la piazza, realizzata in conci di pietra, ha nella parte superiore sei finestre con arco a tutto centro a coppie di due divise da lesene mentre la merlatura è sostenuta da archetti ogivali. La parte inferiore ha due bifore che fanno da cornice al portale in stile gotico con un affresco del XVI secolo nella lunetta, preceduto da una scalinata a ventaglio.

Dal portale si accede all'arengo, grande sala con copertura a botte che in età comunale ospitava le riunioni dei cittadini.

Il palazzo fu il primo edificio a possedere l'acqua corrente, usata per alimentare una fontana situata all'interno dell'edificio che è sede del museo civico e della pinacoteca comunale dove sono custodite le preziose Tavole eugubine.

C'è anche una specie di gabbia di ferro che, in passato, era usata per esporre al pubblico ludibrio ladri e malfattori.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Touring Club Italiano-La Biblioteca di Repubblica, L'Italia: Umbria, Touring editore, 2004.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]