Palazzo Vai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Interno

Il Palazzo Vai o Palazzo Vaj sorge in via Pugliesi 26, a Prato. È uno degli edifici più grandi del centro storico della città ed è oggi sede della Monash University, del "Palazzo delle Professioni" e, un tempo, del circolo Misoduli.

Si tratta di un palazzo mai terminato che comprende anche un oratorio. Di proprietà dei signori Antonio e fratelli Vai, fu ricostruito alla fine del Settecento su progetto dell’architetto Luca Ristorini, mentre i disegni per le ringhiere del terrazzo e dello scalone furono fatte dall’architetto pratese Giuseppe Valentini e le decorazione della cappella da Luigi Catani.

Nel 1967 nel giardino di palazzo Vai furono ritrovate una serie di graffiti del Quattrocento raffiguranti favole e mitologiche e scene di vita cortese tipiche del periodo giocoso rinascimentale descritti dalle poesie del poeta Poliziano.

Prima della ristrutturazione del Ristorini, adiacente l’edificio vi era anticamente la chiesa di San Giorgio, costruita agli inizi del XIII secolo vicino alla Porta Tiezi, porta d’ingresso alla città non più esistente. La navata della chiesa fu utilizzata per creare il cortile di Palazzo Vai con l’attuale Oratorio.

Dal 29 ottobre 2010 è divenuto anche la sede del "Palazzo delle Professioni", idea nata a inizio del 2008 su proposta del presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti, Paolo Biancalani. È la prima volta in Italia che otto professioni (Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Avvocati, Consulenti del Lavoro, Farmacisti, Ingegneri, Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati e quello dei Periti Industriali e dei Periti Laureati) si uniscono sotto lo stesso tetto.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]