Palazzo Medici Tornaquinci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′14.38″N 11°15′05.64″E / 43.770661°N 11.251567°E43.770661; 11.251567

Palazzo Medici-Tornaquinci

Palazzo Medici-Tornaquinci, già Cambi-Del Nero, si trova a Firenze in via Tornabuoni 6.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del palazzo, oggi nel suo aspetto prevalentemente quattrocentesco, vede numerosi cambi di proprietà.

Nel XIII secolo appartenevano ai Soldanieri alcuni edifici in questo sito. Essendo ghibellini vennero espropriati e i oro beni incamerati dagli Strozzi. Nel XV secolo divenne quindi una delle tante proprietà di Palla Strozzi, che vi risiedette prima dell'esilio, nell'attesa della costruzione di palazzo Strozzi. A quel periodo risale l'unificazione delle case in un palazzo vero e proprio, databile al 1430 circa. Passò poi a sua figlia Ginevra, poi a Pietro Minerbetti (la cui famiglia possedeva dirimpetto il palazzo Minerbetti), ed a Bernardo Cambi del Nero, la cui famiglia fece ristrutturare l'edificio a metà del Cinquecento.

Pervenuto poi ai De' Nobili ed ai Mannelli, fu dal 1610 al 1835 degli Altoviti. Nel 1853 era del marchese Luca de' Medici-Tornaquinci e passò poi in eredità a Giovanni Biondi Medici Tornaquinci.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La facciata del palazzo mostra il suo sviluppo soprattutto verticale, con ben quattro piani e un mezzanino. Si vede ancora come sia nato dalla fusione di due case distinte, trecentesche, sopraelevate nel Cinquecento con l'aggiunta del terzo piano e del loggiato.

Al pian terreno sono presenti quattro grandi portali dove si parivano fondaci e botteghe e tutt'oggi sono occupati da esercizi commerciali. Seguono altrettante aperture quadrate del mezzanino e le quattro monofore del primo piano, che si aprono in una muratura in pietraforte composta da grossi blocchi tagliati regolarmente. Il piano superiore, segnato da una cornice marcadavanzale, presenta altrettante monofore, ma la parete è composta da un più semplice filaretto; segue un piano con finestre rettangolari su intonaco e, infine, una loggetta tardo cinquecentesca. All'altezza del mezzanino una nicchia lignea contiene una Madonna col bambino quattrocentesca.

All'interno il palazzo è organizzato attorno a due corti mercantili, con uno scalone settecentesco. Al piano terra esistevano due logge coperte, una con due campate sotto volte a crociera, ed una con doppia volta "reale" su pilastri binati.

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze