Palazzo Boglietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Edificio civile}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.


Coordinate: 45°33′03.6″N 8°03′00″E / 45.551°N 8.05°E45.551; 8.05

Palazzo Boglietti, a Biella

Palazzo Boglietti è un edificio moderno di Biella dalla struttura architettonica avveniristica.

La sua progettazione è preso avvio nei primi anni novanta ma il completamento è avvenuto ad inizio degli anni duemila. Dal 2006 è pienamente funzionale e adibito a centro culturale dell'associazione Obiettivo Domani. Come tale è utilizzato come sede di mostre, conferenze, convegni (di particolare rilievo la mostra "BiellaVespa - Il ritorno del mito", maggio-agosto 2010, in cui è stato presentato il prototipo di scooter Piaggio Paperino, che fu progettato appunto a Biella nel 1944).

Ubicazione[modifica | modifica sorgente]

Il palazzo - completato da una serie di servizi quali ristorante, libreria, internet café - sorge in posizione decentrata rispetto al centro cittadino essendo situato in prossimità della rotatoria che congiunge il viale Macallè con la via fratelli Rosselli.

Sul piano strettamente architettonico, di particolare interesse è il vano scala progettato come una piramide triangolare rovesciata e diversamente orientato rispetto agli assi ordinatori del sistema.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Un particolare dell'avveniristica struttura

La superficie su cui è situato lo stabile non era precedentemente utilizzata ed è stata messa a disposizione dal proprietario, l'imprenditore Giovanni Boglietti, che qui trascorse l'infanzia e che ha voluto affidare all'architetto Alberto Rizzi l'incarico di progettare un palazzo che si ispirasse al mondo naturale ricordando da vicino la struttura di una quercia dal cui tronco spuntano miceti dalla classica forma a disco. Il tutto con un massiccio ricorso ad un materiale naturale come la pietra viva.

L'edificio - che si sviluppa su 1.500 metri quadrati distribuiti su tre piani ed un piano interrato, con uno spazio a pieno terra utilizzato come espace in grado di mutare nella forma di utilizzo a seconda delle esigenze espositive e un terrazzo di belvedere da cui si gode il panorama verso le prealpi biellesi - ha valore monumentale intendendo celebrare una storia di famiglia imprenditoriale originaria del biellese.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]