Palaonda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 46°28′18″N 11°19′45″E / 46.471667°N 11.329167°E46.471667; 11.329167

Palaonda
Eiswelle
HC Bolzano - SV Renon 6-2 (30 dic 2006).jpg
Informazioni
Ubicazione via Galvani
Bolzano
Italia Italia
Inizio lavori 1993
Inaugurazione 1994
Copertura coperto
Mat. del terreno ghiaccio
Dim. del terreno 30x60 m
Area dell'edificio 152615 m³
Proprietario Comune di Bolzano
Progetto Claudio Lucchin, Roberto D'Ambrogio
Uso e beneficiari
Hockey su ghiaccio Bolzano Bolzano
HC Eagles Bolzano HC Eagles Bolzano
Capienza
Posti a sedere 7 220
 

Il Palaonda (ted.: Eiswelle) è lo stadio del ghiaccio di Bolzano, nel quale si disputano regolarmente le partite della massima serie italiana (Serie A) della locale compagine dell'Hockey Club Bolzano, ma anche dell'HC Eagles Bolzano (Serie A femminile), fino allo scioglimento del 2008.

Il Palaonda può contenere durante partite di hockey su ghiaccio (o gli altri eventi sportivi, in particolare di pattinaggio artistico come il celebre Icegala e pattinaggio di velocità) 7220 persone, distribuite su due anelli.
Durante i concerti la capienza può salire ad oltre 8000 posti.

Logo dei mondiali 1994

La struttura è stata concepita come struttura polifunzionale e come primo dei padiglioni della nuova fiera di Bolzano dagli architetti Claudio Lucchin e Roberto D'Ambrogio, insieme a Silvano Bassetti, ed allo studio dell'ingener Lee di Merano[1]. Ancora oggi è utilizzata come spazio fieristico, ma la vocazione sportiva della struttura è nettamente prevalente.

Fu inaugurato per i campionati mondiali di hockey su ghiaccio che l'Italia ha ospitato tra il 25 aprile e l'8 maggio 1994. Al Palaonda giocarono le nazionali inserite nel gruppo A: Italia, Canada, Russia, Gran Bretagna, Austria e Germania. Si tenne a Bolzano anche lo spareggio per non retrocedere fra Gran Bretagna e Norvegia, vinto da quest'ultima. Le altre sedi erano Canazei (Gruppo B) e Milano (dai quarti di finale alla finale). Per la cronaca, il podio fu: 1º Canada, 2º Finlandia, 3º Svezia.

L'impianto è di proprietà del comune di Bolzano, che lo ha acquisito nel 2010 dal precedente proprietario, l'ente Fiera di Bolzano.[2]

Importanti concerti ospitati[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Si veda la storia del progetto della fiera sul sito ufficiale
  2. ^ Bolzano: consiglio comunale, seduta del 28 ottobre, sarà la SEAB a gestire il Palaonda, 29 ottobre 2010. URL consultato il 5 maggio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]