Palácio Nacional de Belém

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Edificio civile}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Palácio Nacional de Belém

Il Palácio Nacional de Belén è un palazzo di Lisbona, sede ufficiale dei presidenti del Portogallo.

Il palazzo si trova alla periferia di Lisbona, nella freguesia di Belém da cui prende il suo nome, ed è stato costruito nel XV secolo dal re Manuel I su una collina di fronte al Tago e vicino al Monastero dos Jerónimos, che era stato appena completato.

Nel XVII secolo il palazzo passò ai conti di Aveiras finché, all'inizio del XVIII secolo venne riacquistato da re Giovanni V che lo ingrandì e ne fece ridipingere gli interni.

Durante il terremoto di Lisbona del 1755 il palazzo ebbe un ruolo decisivo nelle sorti della famiglia reale, in quanto era proprio nell'edificio che si trovavano Giuseppe I e la famiglia, salvandosi così dalla devastazione che colpì la capitale lusitana. Nel 1912, dopo che venne instaurata la Repubblica portoghese, il palazzo divenne residenza presidenziale ufficiale.

La piazza di fronte al palazzo, la Praça Afonso de Albuquerque, prende il nome da Alfonso de Albuquerque ed offre una stupenda vista del palazzo di Belém.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]