Pak Doo-Ik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Pak Doo-Ik
Dati biografici
Nazionalità Corea del Nord Corea del Nord
Calcio Football pictogram.svg
Carriera
Squadre di club1
 ???? Moranbong Moranbong  ? (?)
Nazionale
 ???? Corea del Nord Corea del Nord 5+ (2+)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pak Doo-Ik (hangŭl 박두익, hanja 朴斗翼; Pyongyang, 17 marzo 1942) è un ex calciatore nordcoreano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha segnato la rete che eliminò l'Italia dai Mondiali di calcio 1966.

In seguito è stato Commissario tecnico della Corea del Nord alle Olimpiadi di Montreal 1976.[1]

Nel 2008, in occasione delle Olimpiadi di Pechino, Pak Doo-Ik è stato tedoforo durante il transito della fiaccola olimpica nella Corea del Nord.[2]

La leggenda metropolitana[modifica | modifica wikitesto]

Le speculazioni della stampa italiana di quegli anni fecero sì che venne diffusa la notizia secondo cui Pak Doo-Ik praticasse la professione di dentista. In realtà questa è in gran parte una leggenda metropolitana[2] (alimentata da un fatto vero: aveva effettivamente una qualifica ma non esercitò mai quella professione) e Pak Doo-Ik negli anni seguenti lavorò come professore di educazione fisica[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rosa dei convocati alle Olimpiadi
  2. ^ a b Pietro Cabras, Ecco Pak Doo Ik, l'uomo che cambiò l'Italia... in Corriere dello Sport, 27 marzo 2009.
  3. ^ Mario Gherarducci, Quel giorno di luglio del '66 la beffa firmata Pak Doo Ik in Corriere della Sera, 9 luglio 1995, p. 33. URL consultato il 28 aprile 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]