Pagan metal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pagan metal
Origini stilistiche Metal estremo
Folk metal
Origini culturali Gran Bretagna e Irlanda inizi anni '90.
Strumenti tipici Voce
Chitarra
Basso
Tastiera
Batteria
Sono usati spesso strumenti come Violino, Fisarmonica, Flauto, Percussioni e Arpa
Popolarità Underground
Generi correlati
Viking metal
Categorie correlate

Gruppi musicali pagan metal · Musicisti pagan metal · Album pagan metal · EP pagan metal · Singoli pagan metal · Album video pagan metal

Il termine Pagan metal è un termine generale usato per indicare una vasta scena di band Metal estremo che portano nella loro musica le tradizioni di un certo popolo o di una certa regione attraverso tematiche, melodie e strumenti inusuali per l'Heavy metal,[1][2].

Il gruppo norvegese degli In the Woods...,[3][4] insieme ai Primordial della canzone "To Enter Pagan", sono considerati gli inventori del Pagan metal.[5]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Pagan metal non rappresenta un vero e proprio genere musicale ma più un espediente di raggruppamento tematico, infatti le band Pagan tendono ad essere molto diverse tra di loro. Jarkko Aaltonen, bassista dei Korpiklaani, ha infatti dichiarato che "le band che cantano di Vichinghi o di altre tribù antiche sono etichettate come Pagan metal, indipendentemente dal fatto che essi usino strumenti popolari".[6] Heri Joensen, cantante e chitarrista della band Faroese Týr, descrive similmente il Pagan, dicendo che le band cantano "tradizioni europee pre-cristiane, sia storiche che mitologiche" e osserva che "il Pagan metal è molto vario musicalmente, perché i gruppi Pagan sono legati principalmente dalle liriche".[7]

Gli Eluveitie, famoso gruppo Pagan metal, dal vivo al Cernunnos Fest di Parigi, dicembre 2007.

Le musiche variano da melodie allegre e veloci fino a melodie quasi Doom, e gli stili di voce vanno dal feroce Growl tipico del Death metal alla voce pulita e melodica. Le lingue utilizzate vanno dall'Inglese alle lingue antiche, passando per le lingue della propria nazione.[1] Le band Pagan metal sono spesso associate al Viking metal o al Folk metal e gruppi come Moonsorrow e Kampfar sono visti come esponenti di tutti e tre i generi.[8][9]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Led Zeppelin e Manowar sono stati i primi ad utilizzare temi pagani nelle proprie liriche, ma non avevano nessuna somiglianza con le band Pagan Metal: infatti, le band Pagan citano come influenze, principalmente, Bathory, Enslaved, Skyclad e Amorphis.[1] I primi due sono esponenti del Viking metal e del Black metal,[10][11] mentre i secondi nono noti come band Folk metal.[12][13] Jarkko Aaltonen osserva anche che "i Black Sabbath erano abbastanza pagani, ma, nella scena metal attuale, sono stati gli Skyclad a fondere metal con del folk e testi pagani o mitologici".[6] Chrigel Glanzmann degli Eluveitie pensa anche lui che gli Skyclad furono la prima band pagan metal, rimarcando che la band ha mischiato heavy metal con influenze Celtic-folk "in un modo molto stimolante."[14] Anche lo scrittore Ian Christie trova negli Skiclad gli inventori del Pagan metal.[15] Invece, Hery Joensen dei Týr, pensa che siano i Bathory ad aver inventato il Pagan metal dicendo che "i Bathory, stanchi di scrivere testi satanisti, cominciarono a scrivere testi ispirati alla mitologia norrena, dando così alle canzoni un certo spessore culturale".[7] Inoltre, il cantante dei Primordial, Alan Averill, afferma che "nell'album dei Bathory Blood Fire Death (1988), si può assistere alla creazione del Pagan metal". Inoltre, sostiene che "i Bathory sono la copia dei Manowar, ma nessuno ama ammetterlo".[16] Mathias Nygård, membro dei Turisas, identifica negli Amorphis gloi inventori del Pagan metal, dicendo che "hanno giocato un ruolo fondamentale nella nostra carriera".[17]

Jonne Järvelä dei Korpiklaani al festival Metalmania del 2007.

Nell'aprile 2008, alcune band Folk e Pagan Metal partecipanti al Paganfest vennero accusate di essere neonaziste e fasciste dal Berliner Institut für Faschismus-Forschung.[18] Ville Sorvali dei Moonsorrow e Heri Joensen dei Týr hanno rilasciato una dichiarazione congiunta su video in cui confutavano le accuse, sottolineando che "i maggiori problemi sembrano causati dal fatto che i Moonsorrow e i Týr abbiano il nome scritto in rune, che venivano usate come lettere peremigliaia di anni, ma col nazismo sono diventati simboli di morte". I Moonsorrow hanno rilasciato una dichiarazione scritta e i Týr hanno fatto una canzone, "Shadow of The Swastica", dal testo antinazista.[19] Anche altre band come Cruachan[20] e Skyforger[21] si sono dissociate pubblicamente dal nazismo, dal fascismo e dal razzismo. Addirittura, gli Skyforger hanno aggiunto nei retrocropertina dei loro album la scritta "No Nazi Stuff Here!".[22]

A partire dal 2009, il Pagan metal è diventato una specie di fenomeno.[1] Mikael Kalbrom dei Finntroll considera il Pagan metal una nuova tendenza,[23] mentre Johan Hegg degli Amon Amarth allontana la propria band da questa tendenza, dicendo che "Noi non siamo e non veniamo visti come una band Pagan o Folk metal".[24]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Wiederhorn 2009, p. 62.
  2. ^ Cummins, Johnson, Myth Demeanour: Finland’s Korpiklaani lead the pagan metal pack, vol. 24, nº 44, Montreal Mirror, aprile 2009. URL consultato l'11 maggio 2009.
  3. ^ Christian Wachter, Progressive Heiden in Pagan Fire, nº 2, 2008, p. 51.
    «Eine der ersten Gruppen, die übereinstimmend als Pagan Metal-Band bezeichnet wurde, waren bekanntlich In The Woods...».
  4. ^ Marc Halupczok, Waldschrate & Met-Trinker in Metal Hammer, 2010, p. 30.
    «1992 gegründet, wurden In The Woods... als eine der ersten Bands überhaupt als reine Pagan-Band bezeichnet oder dem Black Metal zugerechnet.».
  5. ^ Marc Halupczok, Waldschrate & Met-Trinker in Metal Hammer, 2010, p. 31.
    «Mit 'To Enter Pagan' vom Demo DARK ROMANTICISM definierten sie ein ganzes Genre mit.».
  6. ^ a b Jarkko Aaltonen of Korpiklaani, quoted in Wiederhorn 2009, p. 63
  7. ^ a b Heri Joensen of Týr, quoted in Wiederhorn 2009, p. 64
  8. ^ Bowar, Chad, Moonsorrow - Viides Luku: Hävitetty, About.com. URL consultato l'11 maggio 2009.
  9. ^ Bowar, Chad, Kampfar - Kvass Review, About.com. URL consultato l'11 maggio 2009.
  10. ^ Eduardo Rivadavia, Blood Fire Death review, Allmusic. URL consultato il 13 marzo 2009.
  11. ^ Sanneh, Kelefa, On the Road to Spread the Word of Good, Old-Fashioned Evil, New York Times, 8 novembre 2007. URL consultato il 13 marzo 2009.
  12. ^ Lucas Aykroyd, Silent Waters, Revolver, novembre 2007, p. 105.
  13. ^ SKYCLAD 'Awakening From Hibernation', Blabbermouth.net, 28 aprile 2009. URL consultato l'11 maggio 2009.
  14. ^ Chrigel Glanzmann of Eluveitie, quoted in Wiederhorn 2009, p. 63
  15. ^ Ian Christe, Sabbath: British Thrash Heroes Relive Their Glory Days, Revolver, giugno 2008, p. 44.
  16. ^ Alan A. Nemtheanga of the band Primordial, quoted in Wiederhorn 2009, p. 64
  17. ^ Mathias Nygård of Turisas, quoted in Wiederhorn 2009, p. 64.
  18. ^ Rechtes Neuheiden-Festival mit Nazi-Runen im SO 36, Berliner Institut für Faschismus-Forschung, aprile 2008. URL consultato il 5 maggio 2009.
  19. ^ Týr, Is Týr a facist, nazi or racist band? in Tyr.net (Týr official website). URL consultato il 20 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2008).
  20. ^ Bolther, Giancarlo, Interview with Keith Fay of Cruachan, Rock-impressions.com. URL consultato il 10 marzo 2008.
  21. ^ Fjordi, Interview with Rihards Skudrîtis of Skyforger, Frombelow.dk. URL consultato il 19 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2005).
  22. ^ Van Berlo, Andrej, Interview with Pēteris Kvetkovskis & Edgars Krūmiņš of Skyforger, Tartareandesire.com. URL consultato il 3 maggio 2008.
  23. ^ Mikael Karlbom of Finntroll, quoted in Wiederhorn 2009, p. 62
  24. ^ Interview with Johan Hegg of Amon Amarth, Part Three at The Norse Mythology Blog.
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal