Ozonuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli ozonuri sono composti chimici derivati dall'ozono. In chimica inorganica con il termine "ozonuro" si indica l'anione instabile O3-, che tende a formare composti ionici di colore rosso scuro.[1]

Chimica organica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ozonolisi.

L'ozono può addizionarsi ai doppi legami di una molecola organica, con formazione di gruppi ciclici, detti ozonuri. La reazione avviene in due fasi:

  1. addizione dell'ozono al doppio legame, con formazione di un composto detto molozonuro;
  2. riarrangiamento del molozonuro nell'ozonuro.

Gli ozonuri sono anche chiamati triossolani.

Trattando un ozonuro con acqua e zinco metallico, l'anello dell'ozonuro si rompe e si riduce parzialmente formando due aldeidi. Tale reazione era usata in chimica analitica organica per definire la posizione di un doppio legame.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ F.A. Cotton and G. Wilkinson "Advanced Inorganic Chemistry", 5th edition (1988)
chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia