Oxana Corso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oxana Corso
Oxana corso.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Atletica leggera paralimpica Athletics - Paralympic pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Velocità
Categoria T35
Record
400 m T35 1"22"37 Record mondiale (2013)
200 m T35 33"19 Record europeo (2013)
100 m T35 15"63 Record mondiale (2013)
400 m T37 1"17"93 (2012)
Società Fiamme Gialle Fiamme Gialle
Carriera
Nazionale
2012- Italia Italia 3
Palmarès
Giochi paralimpici 0 2 0
Mondiali paralimpici 2 0 0
Europei paralimpici 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2013

Oxana Corso (San Pietroburgo, 9 luglio 1995) è un'atleta paralimpica italiana specializzata nella velocità.

Ha partecipato alle Paralimpiadi di Londra 2012, vincendo due medaglie d'argento, 100 e 200 metri categoria T35.

Durante i campionati italiani open, tenutesi a Grosseto (11-12 maggio 2013), stabilisce il nuovo record del mondo sui 400 metri categoria T35 (1'22"37), il precedente record (1'38"65) era stato stabilito dall'argentina Munoz Perla Amanda nel 2000.

Il 22 luglio del 2013 al campionato del mondo di atletica della IPC stabilisce il nuovo record del mondo per la categoria T35 nei 100 m (15"63) un centesimo più veloce del record, che durava dal 2005, della cinese Liu Ping, campionessa paralimpica che l’aveva preceduta a Londra, giunta terza dietro la canadese McLachlan.[1][2]

Dal 1 febbraio 2014 Oxana entra ufficialmente nel gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, lasciando la US ACLI III Millennio con cui aveva mosso i primi passi. Il suo tecnico, Giovanni Alessio, continuerà ad accompagnarla in questa nuova avventura.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

« Ho scoperto che i grandi risultati arrivano solo quando mi diverto. »
(Oxana)

Oxana vive in Italia con mamma Angela, papà Piero e Olga, la sorella quattordicenne arrivata con lei dalla Russia da 15 anni. Prima di allora la casa di Oxana e Olga era l’orfanatrofio numero 5 di San Pietroburgo. Fu lì che nel settembre 1998 Angela e Piero conobbero le loro figlie. Ed è grazia ad una mediatrice di nome Tatiana che Oxana e la sorella sono arrivate in Italia. Lei assistette la coppia nelle pratiche, gli fece da interprete e gli parlò della possibile adozione di Olga, una bambina di sette mesi che stava in orfanotrofio a San Pietroburgo. Così, andarono a conoscerla. Nello stesso periodo c’era lì una coppia che avrebbe dovuto adottare Oxana, la sorella naturale di Olga. Oxana aveva due anni e sette mesi, aveva trascorso due anni in ospedale per un problema al piede destro. L’accoppiamento con la coppia precedente però andò male. I coniugi Corso lo vennero a sapere e diedero subito la loro disponibilità ad adottare entrambe le sorelle. La scintilla, già scattata con la piccola Olga, si ripeté anche per Oxana. "Quando la vidi nel corridoio dell’orfanotrofio, Oxana si girò e mi disse: Papi e da quel momento nessuno avrebbe potuto più togliermi mia figlia". In Italia il problema di Oxana si rivelò più grave di quanto fosse stato detto alla famiglia. "Alla prima visita in Italia il professor Pierro ci spiegò che era quello di Oxana era un problema serio, si trattava di una cerebrolesione. Oxana fu operata tre volte in sette mesi, portò il tutore per anni. Ma non si è mai abbattuta".[3]

Frequenta il liceo socio-psicopedagogico, e da grande, a parte correre, vorrebbe fare la criminologa, passione nata guardando serie televisive che l'hanno convinta che le indagini fanno per lei. È una ragazza piena di interessi per il cinema, la musica, la lettura, tifosa della S.S. Lazio. Romantica dalla testa ai piedi, il suo colore preferito è il "rosso", colore della passione e dell'amore. Prima di gareggiare, come gesto scaramantico, le scarpe gliele allaccia il suo allenatore[4].

« Non sempre si raggiunge ciò che si vuole, ma io posso assicurarvi che credere in sé stessi, avere un sogno, rende più facile il raggiungimento della meta. Non sentitevi mai diversi: credete sempre in voi stessi, perché tutto è possibile e sta solo a noi e alla nostra volontà. Alla fine, siamo diversi da chi? In realtà da nessuno di reale, solo dell'idea che ci facciamo di ciò che vorremmo essere ed è solo colpa nostra se ci lasciamo soggiogare dall’idea di “perfezione” che ognuno di noi richiede a se stesso! »
(Oxana[5])
« Noi atleti paralimpici, in gara, ci mostriamo forti nella nostra fragilità, dimostrando che ognuno ha i propri problemi, ma nella vita tutto si può superare e si può andare avanti con il sorriso. »
(Oxana[6])

Migliori prestazioni outdoor[modifica | modifica sorgente]

Gara Categoria Prestazione Luogo Data Info
100m T35 15"76 Italia Roma 6-6-2013 Record europeo
200m T35 33"19 Italia Grosseto 12-5-2013 Record europeo
400m T35 1'22"37 Italia Grosseto 11-5-2013 Record mondiale
100m T35 15"94 Regno Unito Londra 7-9-2012 Record europeo
200m T35 33"68 Regno Unito Londra 31-8-2012 Record europeo
100m T37 15"73 Italia Roma 31-5-2012 Record nazionale
200m T37 33"43 Italia Rieti 19-5-2012 Record nazionale
400m T37 1'17"93 Italia Terni 9-6-2012 Record nazionale
800m T38 4'11"7 Italia Vigna di Valle 4-4-2009 Record nazionale

Migliori prestazioni indoor[modifica | modifica sorgente]

Gara Categoria Prestazione Luogo Data Info
60m T35 9"99 Italia Ancona 23-3-2013 Record nazionale
200m T35 34"80 Italia Ancona 23-3-2013 Record nazionale
400m T35 1'24"04 Italia Ancona 23-3-2013 Record nazionale
60m T37 10"07 Italia Ancona 17-3-2012 Record nazionale
200m T37 34"09 Italia Ancona 18-3-2012 Record nazionale
400m T37 1'27"57 Italia Ancona 17-3-2012 Record nazionale
800m T37 3'33"54 Italia Ancona 13-3-2011 Record nazionale

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2012 Europei paralimpici Paesi Bassi Stadskanaal 100 metri T35 Gold medal IPC 1994-2004.svg Oro 16"07 Record europeo
200 metri T35 Gold medal IPC 1994-2004.svg Oro 33"78 Record europeo
Giochi paralimpici Regno Unito Londra 100 metri T35 Argento Argento 15"94 Record europeo
200 metri T35 Argento Argento 33"68 Record europeo
2013 Mondiali paralimpici Francia Lione 100 metri T35 Gold medal IPC 1994-2004.svg Oro 15"63 Record mondiale
200 metri T35 Gold medal IPC 1994-2004.svg Oro 33"42

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 5 giugno 2013. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[7]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.olympialab.com/oxana-corso-oro-e-record-mondiale-nei-100-t35 [Articolo Olympialab]
  2. ^ http://www.superabile.it/web/it/CANALI_TEMATICI/Sport/News/info-125232323.html [Articolo Superabile INAIL]
  3. ^ Intervista su "Russia Oggi" del 18 ottobre 2012
  4. ^ Scheda dell'atleta
  5. ^ Intervista Rai Radio1
  6. ^ Intervista SpoomeWeek
  7. ^ http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=328242.
  8. ^ a b http://www.italiansportraitawards.it.