Overlord (videogioco 2007)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Overlord
Sviluppo Triumph Studios, 4J Studios
Pubblicazione Codemasters
Data di pubblicazione Europa 29 giugno 2007
Genere Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Xbox 360, Microsoft Windows, PlayStation 3
Supporto DVD-ROM, Blu Ray
Fascia di età ESRB: T
PEGI: 16+
USK: 16
Periferiche di input Tastiera, mouse, gamepad
Espansioni Overlord: Raising Hell
Seguito da Overlord II

Overlord è un videogioco d'azione e avventura con elementi RPG per Microsoft Windows, Xbox360 e PlayStation 3, pubblicato nel maggio 2007. Il gioco è stato sviluppato dalla Codemasters, prodotto dai Triumph Studios e distribuito dalla Warner Bros. Interactive. È disponibile anche uno spin-off per Nintendo DS chiamata I Serventi dell'Overlord; dal 23 febbraio 2009 inoltre, è disponibile il seguito, Overlord 2.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è in terza persona e prevede una modalità a giocatore singolo in cui il giocatore impersona l'Overlord, un "signore del male" il cui compito è portare rovina e distruzione nel mondo, invece del canonico eroe. Attraverso il suo aiutante chiamato Gnarl, che spiegherà i comandi e la base delle meccaniche di gioco, l'Overlord imparerà a gestire e accrescere il suo potere. Oltre alle proprie abilità di milite, l'Overlord può avvalersi dei "serventi", delle creature sue subordinate che tramite speciali portali seguono ogni ordine dell'Overlord, anche se questo vuole dire la loro morte.

Durante il gioco sarà possibile svolgere molte missioni e "favori" dietro il pagamento di ingenti somme di denaro, le scelte che il giocatore compirà su quali missioni accettare e come portarle a termine faranno salire o scendere il livello di corruzione che rispecchia la cattiveria dell'Overlord.

Con l'avanzare del gioco, inoltre, il giocatore avrà accesso ad una fornace in cui potrà, come in un videogioco di ruolo, potenziare il proprio equipaggiamento a scapito della vita di alcuni serventi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La scena iniziale mostra i Serventi che risvegliano l'Overlord dalla sua tomba. Ad accoglierlo è Gnarl, il più anziano dei Serventi, che dopo averlo vestito della sua armatura lo conduce per i meandri della Torre, residenza dell'Overlord, e spiega al suo padrone gli eventi succeduti alla sua dipartita: dopo la morte dell'Overlord e del suo predecessore, la Torre venne smantellata e privata dei suoi poteri dai sette membri della Setta degli Eroi, che hanno in seguito preso il comando in ciascuna parte del reame, e per poterlo riconquistare l'Overlord deve ripristinare i poteri della propria Torre e rinfoltire i ranghi dei suoi Serventi, pertanto egli e Gnarl attraversano un portale e raggiungono la radura dei Dolcicolli.

Ivi, l'Overlord scopre che i Mezzuomini, un popolo di nani che ha occupato quelle terre, utilizzano il Cuore della Torre, un globo luminoso che costituisce il fulcro del potere della Torre, per coltivare i loro campi, ignari della vera natura dell'artefatto. L'Overlord se ne riappropria e lo riporta nella Torre, che inizia ad acquisire una piccola parte dei suoi poteri, tuttavia, Gnarl spiega che mancano ancora molti elementi della Torre affinché questa possa riottenere tutte le proprie capacità e suggerisce all'Overlord di cercarli nelle varie aree del reame, quindi quest'ultimo si reca in un villaggio chiamato Baldorias. L'Overlord incontra gli abitanti del villaggio, costretti a segregarsi nel proprio accampamento per sfuggire alle vessazioni dei mezzuomini, che guidati da Melvin Più Pance, un ex membro della Setta degli Eroi, hanno preso il controllo di Baldorias, portandola in rovina e sottratto i viveri al villaggio, scatenando una carestia. Insieme al suo esercito di Serventi egli raggiunge la fortezza del mezzuomo, divenuto enorme a causa del suo appetito insaziabile. Recuperati i viveri, l'Overlord può decidere se restituirli ai villici o tenerli per se, quindi incontra Melvin e si batte con lui. Ucciso il mezzuomo, l'Overlord recupera i Serventi Rossi e fa ritorno alla Torre.

Nella sua fortezza Gnarl lo informa che ai Dolcicolli si verificano attività insolite, quindi l'Overlord vi fa ritorno e scopre che gli abitanti locali vogliono ribellarsi a lui. Egli indaga sulla causa dell'improvvisa riottosità dei villici, e scopre che nei Dolcicolli si è aperto il varco di una dimensione infernale che esorta la gente a contrastare l'Overlord, per poi intrappolarla con una falsa promessa. L'Overlord prosegue verso il castello di Baldorias, che è sotto l'assedio di alcuni predoni e incontra Rose, una donna intenta a proteggere i villici, che chiede all'Overlord di recuperare il suo bagaglio ed annientare i pedoni. Egli fa quanto richiesto e Rose gli offre la sua alleanza, seguendolo nella sua Torre e aiutandolo nella gestione della sua struttura.

L'Overlord torna ai reami e si reca nella Foresta Notteperenne, dove incontra i fantasmi degli elfi che presidiavano il luogo, i quali spiegano che dopo la loro sconfitta da parte dei nani, Oberon il Sognante, secondo ex membro della Setta degli Eroi e leader degli elfi, ne rimase sconvolto a tal punto che sprofondò in un sonno perenne che il suo corpo dormiente divenne una cosa sola con un albero che infesta il regno, dando forma ai 'Teschi', una creatura corrotta presente negli incubi di Oberon. L'overlord trova i serventi verdi nelle caverne Viridian, immuni al veleno, e cerca di distruggere tutte le radici dell'elfo, tuttavia un corso d'acqua gli preclude la via e pertanto il tiranno decide di spostarsi in un altro regno. Si dirige a Cima del Firmamento, una delle città più grandi del mondo, vessata da una pestilenza che trasforma la gente in mostri senza cervello che invadono le vie principali, pertanto l'Overlord e il suo esercito optano per un ingresso furtivo attraverso le fogne.

All'interno di queste, l'Overlord affronta una Succubus e trova i serventi blu, capaci di nuotare. Raggiunge il cuore della città dove viene a sapere che Messer Guglielmo, terzo ex membro della Setta degli Eroi e Paladino della città, ha annullato il suo matrimonio e si è segregato nel suo palazzo, dove si da a sfrenate feste con i suoi subordinati, i membri dell'Alba Rossa e e soventi fornicazioni. Il Tiranno si imbatte inoltre nell'Ordine Silente, che chiudendo fuori i fedeli spinge l'Overlord ad attaccarli, ma questi si piegano a lui e lo eleggono dio. Intenzionato a trovare la fonte della peste, l'Overlord si dirige verso la taverna "CieloinTerra". Ivi, un membro dell'Alba Rossa spiega all'Overlord che Messer Guglielmo evocò una Succubus regina per soddisfare i sui piaceri carnali. Quest'ultima si rivela essere la causa principale della peste, pertanto l'Overlord la trova, la elimina e pone fine all'epidemia.

Entrato nella Cittadella, L'Overlord scopre che la donna che doveva sposare Messer Guglielmo è la sorella di Rose, Velvet, che lui tiene prigioniera, ed incontra infine l'ex Eroe, tra i quali avviene un combattimento. Ucciso il Paladino, l'Overlord prende il suo bastone e lo usa per aprire la porta della stanza di Velvet che, a differenza della virtuosa sorella, è una strega crudele e maliziosa, e la conduce alla sua torre. Rose non vede di buon occhio la presenza della sorella, pertanto, l'Overlord deve scegliere di quale delle due fare la propria compagna, che garantirà i suoi servigi. Scegliendo Rose, l'Overlord avrà al suo fianco una donna dolce e gentile, mentre scegliendo Velvet avrà una compagna malvagia e spietata.

Tornato a NottePerenne con i serventi blu, l'Overlord può ora entrare nel cuore del nascondiglio dei Teschi e distrugge una delle radici, sbloccando l'accesso per il tempio della Dea Madre, la divinità venerata dagli elfi, per trovare l'ultima delle radici e distruggere Oberon, ma viene bloccato dai fantasmi degli elfi che fanno da guardiani alle tombe. Ivi, il Tiranno incontra il Bandito Ruborian, intento a saccheggiare le tombe, e segue le sue tracce. L'overlord si dirige verso la camera centrale, dove trova altri due ex membri della Setta degli Eroi, la ladra Preziosa e il suo compagno Kahn, che volevano rubare la statua della Dea Madre, ma che era già stata sottratta dai Nani. Distrutta l'ultima radice l'Overlord risveglia Oberon, che si dichiara pentito di aver abbandonato la sua gente e attacca l'Overlord. Danneggiato, Oberon viene controllato dalle radici ed inizia ad evocare i Teschi e supplica l'Overlord di ucciderlo. Il tiranno asseconda la sua richiesta, e alla morte dell'elfo si libera il passaggio per le terre dei Nani, le Colline Dorate.

Tale regno, come gli altri, è sotto le vessazioni del suo re, il nano Goldo Golderson, che è diventato talmente avido d'oro da esserne soggiogato. Gnarl consiglia all'Overlord di lasciare che Preziosa s'infiltri nell'area e rubi una sacra statua elfica nella quale si possano nascondere i serventi, così da poterla tallonare fino al suo nascondiglio segreto nel Deserto Ruboriano, mentre l'Overlord trova e affronta il nano. Sconfitto Goldo, l'Overlord può decidere se prendere la sua scorta d'oro oppure liberare le elfe prigioniere prima che la struttura collassi. Raggiunto il covo di Preziosa, l'overlord la cattura e la interroga, ma Kahn lo attacca alle spalle e i due iniziano a duellare; l'esito dello scontro è a favore del tiranno.

Tornato alla Torre, l'Overlord scopre che i serventi si sono piegati al precedente Overlord, che altro non è che il Mago, il Settimo ed ultimo della Setta degli eroi, nonché il padre di Rose e Velvet. Egli spiega che quando lui e i suoi commilitoni lo combatterono, egli rimase gravemente ferito, ma che i suoi commilitoni lo abbandonarono nel luogo. Con le sue ultime forze, il Mago fece sì che gli Eroi cadessero vittime dalla loro corruzione interiore, prese l'Overlord e lo rinchiuse nel suo sarcofago, così che potesse tornare integro per trovare e uccidere gli Eroi al suo posto. Avviene dunque una lotta tra l'Overlord e il Precedente Overlord, che viene vinta dal primo, che riconquista i suoi serventi e la magione.

In base alla mole di corruzione dell'Overlord e alle sue scelte intraprese, l'epilogo mostrerà otto differenti finali nei quali si può osservare l'Overlord che viene acclamato dai popoli dei vari regni, oppure intento a torturare e tormentare questi. La vicenda si conclude con Gnarl che esegue un rituale, commentando che "Il Male troverà sempre un modo".

Raising Hell[modifica | modifica wikitesto]

Questa espansione prosegue gli eventi narrati in precedenza.

I Serventi[modifica | modifica wikitesto]

I serventi sono l'esercito dell'Overlord e rappresentano la sua migliore arma, ma sono necessari anche per risolvere alcuni puzzle ed enigmi del gioco. Inizialmente sarà possibile contare su un massimo di 5 serventi, ma il numero presto aumenterà, trovando degli artefatti, fino a 35. Anche le tipologie di Serventi cresceranno da 1 a 4, ognuna con le proprie caratteristiche peculiari. Sconfiggendo alcuni nemici si otterranno equipaggiamenti che i serventi potranno indossare, che li renderanno più resistenti e forti. L'aspetto grafico degli oggetti rimarrà però sempre lo stesso (con eccezioni per i copricapi e le armi dei serventi marroni). Per evocare i serventi, l'overlord deve utilizzare delle sfere di energia vitale, che si guadagnano sterminando le altre forme di vita. Al contrario, si possono sacrificare dei serventi per ripristinare parte dell'energia vitale o magica. Inoltre si possono sacrificare serventi per potenziare il proprio equipaggiamento. A un certo punto del gioco sarà possibile scegliere una sposa tra due sorelle. Se si sceglierà la cattiva verranno potenziati i serventi rossi e quelli verdi, se si sceglierà quella buona verranno potenziati quelli marroni e blu.

Ci sono 4 diversi tipi di serventi:

  • Marroni: i primi serventi che si potranno utilizzare, sono eccellenti combattenti, sono capaci di caricare frontalmente gli avversari. Sono gli unici che possono equipaggiare armi trovate o rubate dai nemici morti
  • Rossi: li troverai nei domicili dei mezzuomini. Lanciano palle di fuoco, sono immuni alle fiamme, possono camminare sul terreno infuocato e spegnere fuochi, ma non sono molto resistenti quindi conviene lasciarli nelle retrovie.
  • Verdi: saranno a disposizione dopo aver esplorato le caverne viridian. Se immobili diventano invisibili, sono eccellenti negli attacchi alle spalle e sono immuni al veleno, ma anch'essi come i rossi non sono molto resistenti.
  • Blu: li troverai nelle grotte roride, possono nuotare, dove gli altri serventi annegano, colpire le creature magiche e riportare in vita i serventi morti, possono anche attaccare le altre creature ma con scarsi danni.ma sono estremamente fragili

La Torre[modifica | modifica wikitesto]

la torre antica dell'overlord, ridotta in una rovina dopo l'assalto dei sette eroi, Andando avanti nel gioco si restaureranno una dopo l'altra tutte le stanze della torre caduta in rovina.

  • Sala del trono: qui si trova il teletrasporto per i vari livelli, inoltre si trovano gli oggetti raccolti (incantesimi, vita, magia e controllo servernti)
  • Segrete: qui, una volta affrontato un nemico, lo si può riaffrontare
  • Tane: qui vengono collocate le tane dei serventi (una volta trovate)e il Nucleo della Torre, oltre che altri oggetti speciali trovati.
  • Fonderia: qui si possono forgiare armi (asce, spade e mazze) e equipaggiamenti (armature e elmi). Si possono forgiare in 3 differenti materiali:acciaio;durium;arcanium, e potenziare sacrificando serventi con diversi effetti in base al tipo di oggetto potenziato armi (Marroni=Danni Maggiori, Rossi=Danni da fuoco, Verdi, Blu=Possibilità di buttare un nemico a terra) Armature (Marroni=meno danni subiti, rossi=aumenta il mana, Verdi=Abilita la rigenerazione della salute, Blu=Aumenta la Salute)
  • Residenze Private una volta che si ha una signora della torre queste stanze verranno arredate e si potranno acquistare ornamenti aggiuntivi per la torre.

Incantesimi[modifica | modifica wikitesto]

L'overlord avrà accesso anche a poteri magici, che si distinguono in 4 "scuole" ognuna delle quali ha 3 livelli di incantesimi. A questi incantesimi si accederà mano a mano che si procede nel gioco, trovando degli oggetti di pietra da portare alla torre (che adorneranno poi la sala del trono), la corruzione determina l'ultima classe di incantesimi Le scuole di incantesimi sono:

  • Fuoco: incantesimi che infliggono danni da fuoco ai nemici: palla di fuoco, lanciafiamme e inferno
  • Scudo: incantesimi che difendono l'overlord
  • Dominio: incantesimi che confondono i nemici e permettono di governarli
  • Serventi: incantesimi che rafforzano i propri serventi

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

L'Overlord

Un potente guerriero del male caduto in disgrazia. Da poco risorto dopo secoli di reclusione nel suo sarcofago, l'Overlord trama la conquista del mondo, e un regolamento dei conti con suoi ex alleati, responsabili della sua rovina, si verrà a sapere che in realtà era uno degli sette eroi, che si lanciò contro il precedente overlord facendo precipitare, ma questi possedette il mago e visse, mentre lui venne ferito gravemente e fatto curare, dopo viene messo capo dei serventi ed usato per "ripulire" il disastro causato dagli eroi, finché il vecchio overlord non lo confrontò privandolo dei suoi incantesimi, ma lui reagì e lo sconfisse, diventando a sua volta overlord ufficialmente.

Gnarl

Anziano servente e consigliere dell'Overlord. In assenza del suo signore è stato lui ad occuparsi della Torre e degli altri serventi, ed è suo compito istruire l'Overlord e i suoi discendenti nelle vie del male, ed aiutarlo nei suoi piani malvagi, cova un odio profondo per gli elfi.

Melvin PiùPance

Re dei mezzuomini, rappresenta la gola. Era uno dei sette eroi ed il sovrano di Dolcicolli, finché il mago non lo ha corrotto dicendogli che un eroe può avere tutto il cibo che vuole, causando l'oppressione del Villaggio di Baldorias, portandolo in carestia. Combatte rotolando e cercando di schiacciare l'Overlord. Una volta sconfitto lascia cadere la sua forchetta e la sua corona.

Oberon

Re degli elfi, è inglobato in un albero che prende il controllo della mente dell'elfo, e rappresenta l'accidia. Combatte evocando troll, unicorni e minotauri. Una volta sconfitto lascia cadere un incantesimo.

Sir Williams

Ex paladino, rappresenta la lussuria. Combatte colpendo con il suo bastone, con degli attacchi magici e teletrasportandosi. Quando sconfitto lascia cadere il suo bastone.

Aurelius

Re dei nani, fa combattere al suo posto il suo rullo compressore: Schiacciatutto. Rappresenta l'avidità. Quando sconfitto lascia cadere la sua corona.e la sua ascia dorata

Rose

Una possibile Signora della Torre. Rose è una donna buona, onesta e leale, dedita alla magia bianca. È molto discreta nei confronti dell'Overlord e cerca, nei limiti delle sue possibilità, di indirizzarlo verso un atteggiamento misericordioso verso i popoli che sottomette.

Velvet

(nella versione italiana Lucrezia) è la sorella minore di Rose, una delle possibili signore della torre. Molto più subdola e materialista rispetto alla sorella, Velvet preferisce un overlord più malvagio, che sovente approccia con modi lascivi, ed offre dei potenziamenti per i serventi Verdi e Rossi per 5000 oro.

Preziosa

Ladra, rappresenta l'invidia. È l'unica che non viene uccisa ma solo rapita.

Kahn

Poderoso guerriero gigante, innamorato di Preziosa, rappresenta l'ira.Combatte con il suo Morningstar gigante.

Il Mago

Egli non è altri che il precedente Overlord, che ha posseduto il corpo del mago originale poco prima di morire. Rappresenta la superbia. Una volta sconfitto termina il gioco, a patto che il giocatore non abbia Raising Hell, che lo fa continuare.

Il Dio Dimenticato

presente solo nell'espansione Raising Hell, si tratta del Dio che comanda tutti gli spettri infernali negli abissi, odia la dea madre perché costei, una volta divenuta sua sposa, l'ha bandito nell'Abisso Infernale per infedeltà, e da allora cerca di uscire.

Raising Hell[modifica | modifica wikitesto]

Overlord: Raising Hell è un'espansione che aggiunge nuove aree di gioco, il giocatore deve conquistare degli abissi, una sorta di versione infernale dei domini originali, in cui c'è una punizione diversa per ogni eroe morto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi