Oumarou Ganda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oumarou Ganda (Niamey, 18 marzo 1935Yamoussoukro, 1º gennaio 1981) è stato un regista e attore nigerino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A soli 17 anni, si arruola nell'esercito francese e trascorre due anni in Indocina; in seguito rientra in Niger e viene giudicato inabile al lavoro. Decide così di emigrare in Costa d'Avorio e comincia a lavorare al porto di Abidjan. In questo periodo incontra l'etnologo e regista francese Jean Rouch che stava lavorando proprio sul fenomeno delle emigrazioni nella zona occidentale del continente: Ganda diventa un suo collaboratore e interpreta il ruolo principale in Moi, Un Noir del 1958.

Rientrato a Niamey, inizia a collaborare con il Centro Culturale della capitale, facendo molte esperienze e specializzandosi come assistente tecnico. Nel 1968, realizza il suo primo film Cabascabo e all'inizio degli anni settanta ottiene fama e successo anche a livello internazionale. Realizza anche molti documentari e proprio durante la lavorazione di uno di questi si spegne per un infarto cardiaco, il 1º gennaio del 1981.

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • Cabascabo, 1968, in lingua Zarma, film autobiografico sull'esperienza di Ganda come soldato in Indocina.
  • Le Wazzou Polygame, 1970, in lingua Zarma è un film di denuncia sui problemi delle società del Niger, è stato premiato al Fespaco nel 1972.
  • Saïtane, 1972, in lingua Zarma. Un altro film di denuncia sulla religione e sul ruolo delle donne in Niger.
  • L'Exilé, 1980, si ispira al racconto orale africano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29099633 LCCN: no92010948