Oude Kerk (Amsterdam)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 52°22′28″N 4°53′53″E / 52.374444°N 4.898056°E52.374444; 4.898056

Oude Kerk
Esterno
Esterno
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Provincia Olanda Settentrionale
Località Amsterdam
Religione Chiesa riformata olandese
Consacrazione 1306
Inizio costruzione XIII secolo
Completamento XV secolo



La Oude Kerk ("chiesa vecchia" in olandese) è la più vecchia chiesa parrocchiale di Amsterdam. Consacrata nel 1306 dal vescovo di Utrecht. Le fondamenta vennero gettate su un cumulo artificiale, ritenuto il terreno più solido dell'insediamento in questa provincia paludosa. Oggi la chiesa si trova nel cuore del quartiere a luci rosse di Amsterdam.

Storia e descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il disegno originale dell'edificio era audace[senza fonte] e la chiesa ha visto un numero di restauri eseguiti da 15 generazioni di cittadini di Amsterdam[senza fonte]. La chiesa era in piedi da solo mezzo secolo quando vennero fatte le prime modifiche, le navate laterali vennero allungate e avvolte attorno al coro a semicerchio, per sostenere la struttura. Non molto dopo l'inizio del XV secolo alla chiesa vennero aggiunti i transetti nord e sud, creando la pianta a croce. Il lavoro su questi rinnovamenti venne completato nel 1460, anche se è probabile che l'avanzamento venne interrotto dai grandi incendi che colpirono la città nel 1421 e nel 1452.

Il tetto della Oude Kerk è la più grande volta medioevale in legno strutturale in Europa[senza fonte]. Le assi estoni risalgono al 1390 e vantano una delle migliori acustiche in Europa[senza fonte]. Nella chiesa si svolgono molti concerti, tra cui quelli dei BBC Singers e dell'Academy of St Martin in the Fields.

La chiesa venne costruita su un cimitero e occupa una superficie di 3.300 metri quadrati. I cittadini locali continuarono ad essere sepolti nel sito che confina con la chiesa fino al 1865. Ci sono 2.500 tombe nella Oude Kerk, sotto la quale sono sepolti 10.000 cittadini di Amsterdam, tra cui importanti figure olandesi come l'eroe navale Jacob van Heemskerck e il consigliere della Compagnia Olandese delle Indie Occidentali, Cornelis de Graeff - reggente e sindaco di Amsterdam, Kiliaen van Rensselaer, uno dei fondatori di Nuova Amsterdam su Manhattan, nota oggi come New York.

Prima dell'Alteratie, la riforma del 1578, la Oude Kerk era principalmente cattolica. A seguito della sconfitta spagnola da parte di Guglielmo di Orange e con l'influenza calvinista, la chiesa venne adottata dai protestanti. Durante tutte le battaglie del XVI secolo la chiesa venne saccheggiata e sfigurata in diverse occasioni. Tutto ciò che venne risparmiato furono i dipinti sul soffitto, che non potevano essere raggiunti.

I locali si riunivano in chiesa per spettegolare, i venditori ambulanti vi vendevano i loro beni e i mendicanti vi cercavano rifugio[senza fonte]. Questo comunque non veniva tollerato dai calvinisti, e i senzatetto vennero espulsi. Nel 1681 il coro venne chiuso da uno schermo di ottone. Sopra lo schermo campeggiava la scritta, "Le false pratiche gradualmente introdotte nella chiesa di Dio, sono state nuovamente eliminate nell'anno settantotto", con riferimento alla riforma del 1578[le due date sono contraddittorie].

Nello stesso anno la Oude Kerk divenne sede del registro dei matrimoni. Venne usata anche come archivio cittadino, i documenti più importanti erano chiusi in un cassettone ricoperto di piastre di metallo e dipinto con lo stemma della città. Il cassettone veniva tenuto al sicuro nella cappella di ferro.

Il campanile

Rembrandt fu un frequente visitatore della Oude Kerk e qui vi vennero battezzati tutti i suoi figli. Si tratta dell'unico edificio di Amsterdam ad essere nel suo stato originale fin dai tempi in cui Rembrandt vi mise piede. Nel Santo Sepolcro si trova una piccola esposizione di Rembrandt, un sacrario per la moglie Saskia van Uylenburgh che venne qui seppellita nel 1642.

Ci sono quattro organi nella Oude Kerk, fra i quali il vecchio organo costruito nel 1658 e quello costruito nel 1767. Il terzo venne costruito dal tedesco Christian Vater nel 1724 e viene considerato come uno dei migliori organi barocchi d'Europa. Venne riconosciuto come "perfetto" dai commissari della chiesa. L'organo venne smontato durante dei lavori di restauro al campanile nel 1738, e nel riassemblarlo, Casper Müller fece delle modifiche per dare all'organo più forza. Divenne noto come l'organo Vater-Müller, come riconoscimento per i miglioramenti del suono. Il quarto organo è opera di Nicola Puccini di Migliarino Pisano. È uno strumento, recentemente terminato, costruito interamente a mano in stile italiano del '600. Per la sua costruzione l'organaro italiano ha preso ispirazione da tre importantissimi strumenti toscani: Giovanni Piffero (Organo di Palazzo Pubblico di Siena 1519-1524), Cesare Romani (Organo di San Quirico D'Orcia 1606) e Domenico Francesco Cacioli (Organo di Santo Stefano di Siena 1720). L'organo verrà inaugurato sabato 4 settembre 2010 da Gustav Leonhardt e Matteo Imbruno in occasione del concerto di apertura del "Third International Sweelinck Festival".

Il busto del famoso organista e compositore Jan Pieterszoon Sweelinck celebra la vita che egli spese a suonare nella Oude Kerk. Iniziò la sua carriera all'età di quindici anni, quando successe al padre deceduto, Pieter Swybertszoon, come organista della Oude Kerk. Sweelinck compose 150 salmi e si assicurò una reputazione internazionale come principale compositore olandese. La sua musica verrà suonata sulla città dalle campane della chiesa.

Oggi la Oude Kerk è un centro per attività sia religiose che culturali, e può essere noleggiata per presentazioni, ricevimenti e cene[senza fonte]. Tra gli eventi ospitati c'è la prestigiosa cerimonia di premiazione della World Press Photo.

Il miracolo eucaristico di Amsterdam[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Miracolo eucaristico di Amsterdam.

Ogni anno a metà marzo, i cattolici arrivano alla Oude Kerk per celebrare il "Miracolo eucaristico di Amsterdam", che avvenne nel 1345. Dopo aver preso la comunione, un uomo morente, Ysbrand Dommer, vomitò l'ostia in un catino, il cui contenuto fu gettato nel fuoco di un camino. Ma l'ostia non bruciò, e il fatto venne dichiarato miracoloso[1]. Sul luogo dove avvenne il prodigio fu costruita una cappella.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Araldi del Vangelo - Il Miracolo Eucaristico di Amsterdam

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Oude Kerk - sito ufficiale plurilingue
  • (NL) Scheda a proposito della Oude Kerk