Ottavio Ottavi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ottavio Ottavi

Ottavio Ottavi (Sandigliano, 15 agosto 1849Casale Monferrato, 12 gennaio 1893) è stato un enologo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Giuseppe Antonio, Ottavio Ottavi ha conseguito il diploma di professore di scienze agrarie presso la Scuola superiore di agricoltura di Portici.

Nel 1875 ha fondato il «Giornale vinicolo italiano», tra i primi periodici italiani specializzati in materia di enologia e viticoltura[1]. Ha condiretto con il fratello Edoardo «Il Coltivatore» e diretto dal 1877, in sostituzione di Gaetano Cantoni, l'«Almanacco agrario»[2].

È stato autore di diversi trattati e monografie di viticoltura, tra cui La viticoltura razionale, uscita nel 1880 fra i manuali della Hoepli, ed Enologia teorico-pratica del 1882, che ha registrato tredici edizioni. Ha composto anche un Inno ai Krumiri (1886), quale elogio del biscotto tipico casalese.

Nel 1895 è stata svelata a Casale Monferrato, alla presenza del ministro dell'agricoltura Augusto Barazzuoli, un targa in sua memoria, opera dello scultore Leonardo Bistolfi[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ F.C. Dandolo, La fillossera e le campagne meridionali: trasformazioni economiche e nuovi assetti colturali (1861-1913), Gerni, San Severo 1997, p. 12.
  2. ^ F. Della Peruta - E. Cantarella (a cura di), Bibliografia dei periodici economici lombardi (1885-1914), tomo I, FrancoAngeli, Milano 2005, pp. 55-56
  3. ^ «Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia», 1895, n. 3308, parte 3, p. 25.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • V. Sini, Prof. Ottavio Ottavi, in «Giornale vinicolo italiano», a. XIX (1893), n. 24 (22 gennaio), pp. 49–57.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 1644488 SBN: IT\ICCU\RAVV\074207