Otome yōkai Zakuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Otome yōkai Zakuro
manga
Titolo orig. おとめ妖怪 ざくろ
(Otome yōkai Zakuro)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Lily Hoshino
Editore Gentosha
1ª edizione novembre 2006 – marzo 2009
Collanaed. Comic Birz
Tankōbon 9 (in corso)
Generi soprannaturale, storico, azione
Otome yōkai Zakuro
serie TV anime
Titolo orig. おとめ妖怪 ざくろ
(Otome yōkai Zakuro)
Autore Lily Hoshino
Regia Chiaki Kon
Sceneggiatura Mari Okada
Studio J.C.Staff
Rete TV Tokyo
1ª TV 4 ottobre 2010 – 27 dicembre 2010
Episodi 13 (completa)

Otome yōkai Zakuro (おとめ妖怪 ざくろ?) è un manga giapponese scritto ed illustrato da Lily Hoshino. L'opera è serializzata dal novembre 2006 sulla rivista seinen Comic Birz. Il primo volume tankōbon è stato pubblicato da Gentosha il 24 gennaio 2008 e a marzo 2014 sono stati pubblicati 9 albi. Un adattamento anime, prodotto da J.C.Staff e diretto da Chiaki Kon, è stato trasmesso su TV Tokyo dal 4 ottobre al 27 dicembre 2010, per un totale di 13 episodi.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Durante il processo di occidentalizzazione di un Giappone alternativo, umani e spiriti convivono. Per mantenere l'armonia tra i due popoli, viene creato il Ministero degli Spiriti, con rappresentanti di entrambe le razze: i luogotenenti Kei Agemaki, Riken Yoshinokazura e Ganryu Hanakiri, per gli uomini, e Zakuro, Susukihotaru, Bonbori e Hozuki, per gli spiriti. La collaborazione non sarà facile, perché Zakuro non sopporta gli umani che accettano le pratiche gesuite e Agemaki ha paura degli spiriti.

Media[modifica | modifica sorgente]

Manga[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone
1 Otome yōkai Zakuro 1
「おとめ妖怪 ざくろ 1」 - Otome yōkai Zakuro 1
24 gennaio 2008[1]
ISBN 978-4-344-81187-4
2 Otome yōkai Zakuro 2
「おとめ妖怪 ざくろ 2」 - Otome yōkai Zakuro 2
19 settembre 2008[2]
ISBN 978-4-344-81411-0
3 Otome yōkai Zakuro 3
「おとめ妖怪 ざくろ 3」 - Otome yōkai Zakuro 3
24 aprile 2009[3]
ISBN 978-4-344-81622-0
4 Otome yōkai Zakuro 4
「おとめ妖怪 ざくろ 4」 - Otome yōkai Zakuro 4
24 marzo 2010[4]
ISBN 978-4-344-81907-8
5 Otome yōkai Zakuro 5
「おとめ妖怪 ざくろ 5」 - Otome yōkai Zakuro 5
24 settembre 2010[5]
ISBN 978-4-344-82037-1
6 Otome yōkai Zakuro 6
「おとめ妖怪 ざくろ 6」 - Otome yōkai Zakuro 6
23 luglio 2011[6]
ISBN 978-4-344-82263-4
7 Otome yōkai Zakuro 7
「おとめ妖怪 ざくろ 7」 - Otome yōkai Zakuro 7
24 aprile 2012[7]
ISBN 978-4-344-82458-4
8 Otome yōkai Zakuro 8
「おとめ妖怪 ざくろ 8」 - Otome yōkai Zakuro 8
23 marzo 2013[8]
ISBN 978-4-344-82761-5
9 Otome yōkai Zakuro 9
「おとめ妖怪 ざくろ 9」 - Otome yōkai Zakuro 9
24 marzo 2014[9]
ISBN 978-4-344-83010-3

Anime[modifica | modifica sorgente]

Un adattamento anime prodotto da J.C.Staff e diretto da Chiaki Kon[10] è andato in onda sull'emittente televisiva TV Tokyo dal 4 ottobre al 27 dicembre 2010, per un totale di 13 episodi[11].

La sigla di apertura di Otome yōkai Zakuro è Moon Signal degli Sphere. Le sigle di chiusura adottate sono: Hatsukoi wa Zakuro-iro (初戀は柘榴色?) cantata da Mai Nakahara e Takahiro Sakurai (ep. 1,3,7,10), Futari Shizuka (二人静?) interpretata da Kana Hanazawa e Satoshi Hino (ep. 4,6,8,12) e Junjō Masquerade (純情マスカレイド?) cantata da Aki Toyosaki, Yui Horie e Yuuki Kaji (ep. 2,5,9,11).

GiapponeseKanji」 - Rōmaji In onda
Giappone[12]
1 「いざ、妖々と」 - Iza, yōyō to 4 ottobre 2010
2 「あか、煌々と」 - Aka, kōkō to 11 ottobre 2010
3 「かこ、哀々と」 - Kako, aiai to 18 ottobre 2010
4 「きょり、怖々と」 - Kyori, kowagowa to 25 ottobre 2010
5 「わな、粘々と」 - Wana, nebaneba to 1º novembre 2010
6 「ゆきて、事々と」 - Yukite, kotogoto to 8 novembre 2010
7 「うち、猫々と」 - Uchi, nyannyan to 15 novembre 2010
8 「あめ、徒々と」 - Ame, adaada to 22 novembre 2010
9 「さち、恋々と」 - Sachi, koikoi to 29 novembre 2010
10 「かげ、追々と」 - Kage, oioi to 6 dicembre 2010
11 「ふれて、殻々と」 - Furete, karakara to 13 dicembre 2010
12 「きき、焦々と」 - Kiki, jirijiri to 20 dicembre 2010
13 「おわり、燦々と」 - Owari, sansan to 27 dicembre 2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 1, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  2. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 2, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  3. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 3, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  4. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 4, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  5. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 5, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  6. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 6, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  7. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 7, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  8. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 8, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  9. ^ (JA) おとめ妖怪 ざくろ 9, Gentosha. URL consultato il 27 marzo 2014.
  10. ^ (JA) Staff and cast di Otome yōkai Zakuro, TV Tokyo. URL consultato il 27 marzo 2014.
  11. ^ (JA) Lily Hoshino's Otome Yōkai Zakuro Manga Gets Anime, Anime News Network, 23 marzo 2010. URL consultato il 27 marzo 2014.
  12. ^ (JA) Episodi di Otome yōkai Zakuro, TV Tokyo. URL consultato il 27 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga