Otfried Preussler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Otfried Preußler (Liberec, 20 ottobre 1923Prien am Chiemsee, 18 febbraio 2013[1]) è stato uno scrittore tedesco, autore di libri per ragazzi. I suoi libri più conosciuti sono Il brigante Pennastorta e Il mulino dei dodici corvi (Krabat), da cui è stata tratta la sceneggiatura di un film del 2008.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Preußler nacque il 20 ottobre 1923 presso Reichenberg (oggi in Repubblica Ceca). Il padre, insegnante, discendeva da una antica famiglia boema di vetrai.

Nel 1942, subito dopo aver completato gli studi superiori, Preußler fu inviato sul fronte orientale come ufficiale. Catturato dai soldati sovietici, trascorse cinque anni di prigionia, nel corso dei quali, a causa di varie malattie (fra cui il tifo e la malaria), dimagrì fino a pesare solamente una quarantina di chili.

Dopo aver lavorato come insegnante, si è dedicato interamente alla lettura in particolare per quella dei ragazzi, ottenendo un successo mondiale. Ha scritto trentadue libri, che sono stati stampati in circa cinquanta milioni di esemplari.

Nel 1973 gli sono stati conferiti una serie di premi per il romanzo Krabat, fra cui la Menzione d’onore del premio Andersen. Nel 2010 gli è stato conferito il Bayerischer Maximiliansorden für Wissenschaft und Kunst.

Otfried Preußler ha vissuto lungamente a Haidholzen, vicino a Rosenheim, in Baviera, a partire dal 1949, anno in cui terminò la sua prigionia in Unione Sovietica.

Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croce al Merito di I Classe dell'Ordine al Merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito di I Classe dell'Ordine al Merito di Germania
— 1993
Gran croce al Merito dell'Ordine al Merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce al Merito dell'Ordine al Merito di Germania
— 2000
Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Otfried Preussler è deceduto - Zeit.de. URL consultato il 20 febbraio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 71396478 LCCN: n50027470