Otep Shamaya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Otep Shamaya
Fotografia di Otep Shamaya
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative metal
Nu metal
Rap metal
Gothic metal
Avant-garde metal
Periodo di attività 2000 – in attività
Strumento voce
Gruppo attuale Otep

Otep Shamaya (7 novembre 1979) è una cantante e compositrice statunitense, conosciuta soprattutto per essere la "frontwoman" degli Otep, fin dalla formazione del gruppo musicale nu metal/alternative metal a cui ha dato il nome, nel 2000.

Si conosce poco la sua storia personale, pare comunque che sia nata a Los Angeles, nei cui sobborghi è cresciuta.

Nel 2000 effettua i primi concerti nei club della sua città con gli Otep, insieme ai quali debutta nell'EP Jihad, pubblicato il 12 giugno 2001, incidendo in seguito 3 album ed un altro EP.

La Shamaya figura come coautrice di tutti i brani eseguiti dal gruppo (eccetto una cover dei Nirvana), ed è autrice completa di Gutter, un pezzo della durata di appena 62 secondi, ed Adrenochrome Dreams, che invece si protrae per oltre 6 minuti, una sorta di canzone recitata nella quale lei racconta un suo incubo.

I suoi testi risultano generalmente aventi un sottofondo drammatico/rabbioso, come nel caso di una canzone contenuta nel primo album della band, che è stata etichettata da critici quali Robert Franklin come un'incitazione all'odio sessista, che può spingersi fino all'invito a commettere omicidio nei confronti di individui di sesso maschile, cioè Menocide, come dice il titolo.

Otep si dichiara apertamente lesbica e vegetariana.

Nel 2011 collabora con la band italiana Evolution per la canzone "Change". L'album "Evolution", pubblicato lo scorso 11 novembre 2011, oltre a Otep vede le collaborazioni di Jeff Scott Soto, Derek Sherinian ed il batterista italiano Mario Riso. "Change" rappresenta l'unico duetto ufficiale mai registrato da Otep Shamaya.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal