Ossicloruro di ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossicloruro di ferro
Nome IUPAC
Ossido cloruro di ferro
Nomi alternativi
Ossicloruro di ferro
Ossicloruro ferrico
Cloruro di ferrile
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare FeOCl
Massa molecolare (u) 107,30 g/mol
Aspetto solido cristallino viola scuro
Indicazioni di sicurezza

L'ossicloruro di ferro è un composto inorganico di formula FeOCl. Si presenta come un solido cristallino viola scuro che a contatto con l'acqua o con l'umidità dell'aria idrolizza in Ossi-idrossido di ferro ed acido cloridrico.

FeOCl + H2O → HFeO + HCl

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il composto adotta una struttura cristallina analoga a quella del cloruro di cadmio.[1]
È in grado di formare composti di intercalazione con elettron-donatori come il tetratiafulvalene ed la piridina dando composti a valenza mista di colore nero capaci di condurre l'elettricità.[2]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

L'ossicloruro di ferro viene prodotto per reazione di scambio fra ossido ferrico e cloruro ferrico eseguita a 370 °C per diversi giorni.[2]

Fe2O3 + FeCl3 → 3 FeOCl

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. D. Lind "Refinement of the crystal structure of iron oxychloride" Acta Cryst. (1970). B26, 1058-1062. doi:10.1107/S0567740870003618
  2. ^ a b S. Kikkawa, F. Kanamaru, M. Koizumi op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Kikkawa, F. Kanamaru, M. Koizumi "Layered Intercalation Compounds" Inorganic Syntheses, 1983, Volume 22, 86. doi:10.1002/9780470132531.ch17
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia