Osservatorio astrofisico speciale dell'Accademia russa delle scienze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Osservatorio astrofisico speciale
Sao-6m-Telescope.jpg
Gli impianti del complesso con il BTA-6.
Organizzazione Accademia russa delle scienze
Codice A50
Stato Russia Russia
Località Zelenčukskaja
Coordinate BTA-6: 43°38′48.57″N 41°26′25.61″E / 43.646825°N 41.440447°E43.646825; 41.440447
RATAN-600: 43°49′34.2″N 41°35′12.06″E / 43.826167°N 41.586683°E43.826167; 41.586683
Altitudine BTA-6: 2.070 m s.l.m.
RATAN-600: 970 m s.l.m.
Fondazione 1966

L'Osservatorio astrofisico speciale dell'Accademia russa delle scienze (in russo: Специальная астрофизическая обсерватория РАН, trasl. Special′naja astrofizičeskaja observatorija RAN, dove РАН è l'acronimo di Российская академия наук, trasl. Rossijskaja akademija nauk) è un complesso di osservatori astronomici russi nelle vicinanze della città di Zelenčukskaja. È composto da due siti distanti tra loro circa 20 chilometri: il sito più a valle, alle coordinate 43°49′34.2″N 41°35′12.06″E / 43.826167°N 41.586683°E43.826167; 41.586683 a 970 m s.l.m., ospita il radiotelescopio RATAN-600, quello a monte, alle coordinate 43°38′48.57″N 41°26′25.61″E / 43.646825°N 41.440447°E43.646825; 41.440447 a 2070 m s.l.m., ospita il telescopio riflettore BTA-6.

Il suo codice MPC è 115 Zelenchukskaya.[1][2]

Il Minor Planet Center gli accredita la scoperta di sei asteroidi effettuate nel 2008.

Asteroidi scoperti[3][4]: 6
212924 Yurishevchuk 6 gennaio 2008
212929 Satovski 15 gennaio 2008

Storia e strumentazione[modifica | modifica sorgente]

L'osservatorio venne fondato nel 1966. I due attuali strumenti principali furono avviati rispettivamente nel 1974, il RATAN-600, e nel 1975, il BTA-6.

Il RATAN-600 è un radiotelescopio composto da 895 riflettori disposti su un cerchio di 576m di diametro che possono puntare sul ricettore conico centrale o su altri 5 ricettori cilindrici; a tuttoggi è il radiotelescopio di massimo diametro. Può operare sulle frequenze comprese tra 610MHz e 30GHz con una risoluzione angolare di 2 arcosecondi.

Il BTA-6 è un telescopio riflettore dotato di uno specchio primario di 6m. Dalla sua nascita, e fino al 1993 quando venne superato dal telescopi Keck I, detenne il record per dimensioni dello specchio. Il primo specchio si danneggiò e dovette essere sostituito nel 1978. Le turbolenze atmosferiche indotte dai vicini monti Urali limitano le potenzialità osservative dello strumento che rimane comunque capace di cogliere oggetti di magnitudine apparente pari a 26.

Nel sito del BTA-6 sono presenti altri telescopi riflettori di dimensioni inferiori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lista dei codici degli osservatori, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 25 aprile 2014.
  2. ^ Circolare MPC 31322 del 13 marzo 1998, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 25 aprile 2014.
  3. ^ Lista alfabetica degli scopritori di asteroidi, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 25 aprile 2014.
  4. ^ Dati aggiornati al 25 aprile 2014. Nell'elenco appaiono solamente gli asteroidi con denominazione definitiva.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica