Ospedali Riuniti San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 40°38′57.16″N 14°49′42.46″E / 40.64921°N 14.82846°E40.64921; 14.82846

Azienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. San Giovanni di Dio Ruggi d'Aragona - Scuola Medica Salernitana
Azienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. San Giovanni di Dio Ruggi d'Aragona - Scuola Medica Salernitana
Stato Italia Italia
Località Salerno
Indirizzo via San Leonardo
Fondazione 1183
Direttore generale dott. Vincenzo Viggiani
Direttore sanitario dott. Domenico Della Porta
Direttore amministrativo dott. Salvatore Guetta
Sito web http://www.sangiovannieruggi.it

L'Azienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. San Giovanni di Dio Ruggi d'Aragona - Scuola Medica Salernitana di Salerno (detti comunemente "Ospedale San Leonardo") sono un'azienda ospedaliera universitaria di rilievo nazionale.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'ospedale riceve il nome dalla fusione dei due ospedali "storici" della città di Salerno: il "San Giovanni di Dio " ed il "Ruggi d'Aragona".

L'ospedale "San Giovanni di Dio" nacque per volontà del salernitano Matteo d'Aiello, cancelliere alla corte di Guglielmo II di Sicilia. Nel 1183 egli cedette al figlio Niccolò, vescovo di Salerno, la chiesa di Santa Maria ed alcune abitazioni nell'antico quartiere degli amalfitani, l'attuale rione delle Fornelle. Quivi si costruì l'ospedale che fu il primo ad avere un'amministrazione autonoma e laica in tutta l'Italia meridionale. La cura degli ammalati era comunque affidata ai religiosi: nel Quattrocento la chiesa dell'Annunziata riceveva un compenso dal Comune per l'opera prestata nell'ospedale che era dedicato a San Biagio, un medico santo dell'Armenia.

Nel 1614 le autorità cittadine invitarono i religiosi dell'ordine di San Giovanni di Dio di Napoli a prendersi cura del ricovero e l'ospedale cambiò nome in Convento e ospedale di S.Biagio e San Giovanni di Dio.

In seguito all'unità d'Italia il convento venne soppresso e la casa di cura fu affidata prima a personale laico e poi alle Figlie della Carità.

Nel 1898, la necessità di posti letto spinse le autorità ad aggregare l'ospedale "San Giovanni di Dio" all'ospedale che nel 1870 il marchese Ruggi d'Aragona, un nobile salernitano, aveva istuito nel quartiere Piantanova: nacque così l'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona". Nel 1910 iniziarono i lavori per la costruzione del nuovo edificio nella zona dell'ex orto agrario, ovvero nel nuovo "quartiere Carmine". Il nuovo ospedale fu inaugurato il 9 gennaio del 1923.

Nel secondo dopoguerra, a causa dell'incremento della popolazione della città, nacque l'esigenza di dare vita ad un ospedale che potesse, allo stesso tempo, servire l'intera città ed essere adeguato alle nuove esigenze di un ospedale moderno.

Il nuovo ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" fu inaugurato in località San Leonardo sul finire del 1980.[2]

Nel 2 gennaio 2009 l'azienda ospedaliera divenne sede dei tirocini della facoltà di medicina dell'Università di Salerno. Nel febbraio 2013 la Facoltà di Medicina al San Leonardo è stata ufficialmente approvata dal Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Mario Monti.[3]

La nuova azienda ospedaliera universitaria verrà ampliata ed ammodernata considerevolmente.[4]

In data 22/01/2014 sono stati nominati il Direttore Amministrativo, dott. Salvatore Guetta, e il Direttore Sanitario, dott. Domenico Della Porta ( http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2014/01/21/news/ruggi-viggiani-nomina-guetta-e-della-porta-1.8512589 ).

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nel linguaggio parlato, l'ospedale viene chiamato "San Leonardo", perché si trova in località San Leonardo nel comune di Salerno.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

L'ospedale è raggiungibile:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Corriere della Sera: Ospedale San Leonardo a Salerno
  2. ^ Video dell'Ospedale San Leonardo
  3. ^ Monti approva ufficialmente la Facoltà di Medicina al San Leonardo
  4. ^ Ammodernamento del San Leonardo (con video)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]