Osmofobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine osmofobia od olfactofobia si fa riferimento alla paura, avversione, repulsione o ipersensibilità psicologia a profumi od odori. Benché possa presentarsi isolatamente o nel corredo di alcuni disordini psichiatrici, l'osmofobia è una delle condizioni caratteristiche dell'emicrania.[1][2] In questo senso, durante[3] l'attacco emicrania il soggetto si isola da qualsiasi fonte odorosa, divenendo particolarmente sensibile ad odori quali fumo di tabacco, profumi, cibi particolarmente aromatici o fritti, disinfettanti, vernici e benzina.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kelman L, The place of osmophobia and taste abnormalities in migraine classification: a tertiary care study of 1237 patients in Cephalalgia, vol. 24, nº 11, novembre 2004, pp. 940–6, DOI:10.1111/j.1468-2982.2004.00766.x, PMID 15482356.
  2. ^ Kelman L, Osmophobia and taste abnormality in migraineurs: a tertiary care study in Headache, vol. 44, nº 10, 2004, pp. 1019–23, DOI:10.1111/j.1526-4610.2004.04197.x, PMID 15546266.
  3. ^ Anche lo stesso attacco può essere provocato da un odore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina