Osman III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Osman III
OsmanIII.jpg
Sultano dell'Impero ottomano
In carica 1754 –
1757
Predecessore Mahmud I
Successore Mustafa III
Nascita 2 gennaio 1699
Morte 30 ottobre 1757
Dinastia ottomana
Padre Mustafa II
Firma Tughra of Osman III.JPG

Osman III (عثمان الثالث in arabo; 2 gennaio 169930 ottobre 1757) fu sultano dell'Impero ottomano dal 1754 al 1757.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Udienza dell'ambasciatore francese Charles de Vergennes presso il sultano Osman III nel 1755.

Figlio di Mustafa II (1695-1703) e fratello minore di Mahmud I (1730-1754), Osman III fu un sovrano scarsamente significativo nella storia ottomana: il suo breve regno è notevole per una crescente intolleranza verso i non musulmani (ai cristiani e agli ebrei venne imposto di portare abiti e distintivi che li identificassero) e per un incendio scoppiato a Istanbul.

Osman III, come gli altri principi di sangue reale ottomani non primogeniti, visse la maggior parte della sua vita, mentre il padre e il fratello maggiore regnavano, nella prigione dorata del Palazzo Topkapi, nella cosiddetta kafes ("gabbia") all'interno dell'harem. Al momento di divenire sultano aveva sviluppato alcune stranezze comportamentali: a differenza dei precedenti sultani, ad esempio, egli odiava la musica, e cacciò tutti i musicisti da corte. Inoltre, vivere per cinquanta anni nell'harem, la parte del palazzo riservata alle donne della famiglia del sultano, dovette generare in lui un odio per la compagnia femminile: egli usava calzare, infatti, scarpe ferrate, in modo che le donne, sentendo i suoi passi da lontano, potessero allontanarsi perché lui non fosse costretto ad incontrarle.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Sultano ottomano Successore Ottoman flag.svg
Mahmud I 1754-1757 Mustafa III
Predecessore Califfo dell'Islam Successore Flag of the Ottoman Caliphate.svg
Mahmud I 1754-1757 Mustafa III