Oscillatore locale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'oscillatore locale di un circuito radio viene utilizzato come riferimento per demodulare (o per modulare nel trasmettitore) un segnale.

Nel caso non si usi modulazione (trasmissione in CW), nel trasmettitore vengono miscelati il segnale ricevuto sull'antenna e quello dell'oscillatore locale, nasce un battimento fra le due frequenze, ovvero si ottiene un segnale che ha frequenza pari alla differenza di frequenza fra i due segnali.

Per il fatto che i due oscillatori locali di TX e RX non sono esattamente alla stessa frequenza, l'operatore sentirà dall'altoparlante o in cuffia un suono monotonale.

Solitamente negli apparati radio c'è la possibilità di variare la frequenza dell'oscillatore locale, per sentire meglio in cuffia il segnale di battimento. Esempi di circuiti che usano questo sistema sono: pixie 2, pixie 3, rockmite

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]