Osanna Andreasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Osanna Andreasi
L'Assunta con la Beata Osanna Andreasi, di Ippolito Andreasi
L'Assunta con la Beata Osanna Andreasi, di Ippolito Andreasi
Nascita 17 gennaio 1449
Morte 18 giugno 1505
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 24 novembre 1694
Ricorrenza 18 giugno

Beata Osanna Andreasi, detta anche Osanna di Mantova (Carbonarola, 17 gennaio 1449Mantova, 18 giugno 1505), appartenente all' Ordine della Penitenza di San Domenico, dopo che già l’8 gennaio 1515 Leone X ne concesse il culto, è stata proclamata beata nel 1694 da Innocenzo XII.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Andreasi
Mantova, casa Andreasi

Figlia primogenita del nobile Niccolò Andreasi, figlio di Giovanni Buono Cappa degli Andreasi da Carbonara e di Agnese Gonzaga (m. 1504). Nel 1477 le sue mani, il costato, i piedi e la fronte vennero segnati dalle stigmate. Nel 1480 si trasferì da Carbonara a Mantova, nella casa-palazzo di Via Contrada del Cervo[1] di fronte alla chiesa di Sant'Egidio. Nel palazzo la stanza di Osanna diventerà luogo di culto.

Anche dopo la sua morte, nel 1505, si contarono numerosi miracoli di guarigioni. Ebbe come padre spirituale e biografo il frate olivetano, ora beato, Girolamo Scolari[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ora Via Frattini
  2. ^ Dizionario di Mistica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 87563106