Ortottica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'ortottica (dal greco orthos = dritto, regolare, e optiké = visione, l'atto di vedere) è un insieme di tecniche eseguite dall'ortottista, mirate alla riabilitazione visiva dei disturbi motori e sensoriali della visione . L'ortottica si integra con l'oculistica, che rimane base fondamentale, per l'indicazione della terapia ottica, ortottica, farmacologica e chirurgica.

Questo ramo dell'oftalmologia in particolare si occupa della diagnosi dei deficit muscolari, innervazionali e sensoriali che colpiscono l'apparato visivo e della loro riabilitazione.

Esami ortottici[modifica | modifica wikitesto]

In particolar modo gli esami ortottici sono volti all'identificazione delle anomalie della visione binoculare come strabismo, ambliopia e paralisi oculare; essi sono rivolti a pazienti in età pediatrica ma, anche ai pazienti in età adulta che per esempio presentano disturbi visivi che in genere inducono diplopia, alterazioni del campo visivo o alterazioni posturali e che di conseguenza necessitano un trattamento ortottico di riabilitazione visiva.

Tecniche di ortottica[modifica | modifica wikitesto]

Le tecniche dell'ortottica comprendono:

  • Misurazione dell'acuità visiva per mezzo di ottotipi (simboli grafici, E di Albini, lettere o numeri).
  • Misurazione delle ampiezze fusionali, dell'accomodazione e della convergenza.
  • Misurazione della stereopsi attraverso test come il Lang I e il Lang II, il Titmus o altri.
  • Test dell'oculomotricità e test per la valutazione delle performance fusionali e accomodative.
  • Test visuo-percettivi nei pazienti affetti da DSA (disturbi specifici di apprendimento).
  • Test visuo-posturali per la valutazione dello stato funzionale visivo nel contesto di una valutazione posturale.

Riabilitazione ortottica[modifica | modifica wikitesto]

La riabilitazione ortottica si avvale di: Esercizi ortottici (training ortottico e trainig visivo), occlusioni e penalizzazioni, terapia prismatica, addestramento agli ausili ottici, educazione all' igiene visiva, ecc..

La riabilitazione ortottica è rivolta al trattamento di:

  • Ambliopia
  • Deficit della motilità oculare: strabismo, paralisi e paresi muscolari oculari, nistagmo
  • Disfunzioni accomodative e fusionali
  • Alterazioni dell' oculomotricità
  • Astenopia (affaticamento visivo)
  • Diplopia
  • Alterazioni del campo visivo (emianopsia, ecc..)
  • Ergonomia visiva per i videoterminalisti e per l'accessibilità alla lettura nei dislessici
  • Anomalie della visione binoculare e deficit visivi che possono creare alterazioni della postura o scarse performance visive negli atleti e sportivi.


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina