Orto botanico Pietro Castelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 38°11′32.68″N 15°32′46.14″E / 38.19241°N 15.54615°E38.19241; 15.54615

Orto Botanico "Pietro Castelli"
Un dipinto raffigurante l'orto botanico di Messina.
Un dipinto raffigurante l'orto botanico di Messina.
Tipo Giardino botanico
Data fondazione 1638
Fondatori Pietro Castelli
Indirizzo Piazza XX Settembre
98100 Messina, Italia
Sito ufficiale

L'Orto Botanico "Pietro Castelli" è un giardino a tema di Messina, fondato dal medico e botanico romano Pietro Castelli nel 1638 col nome di "Hortus simplicium" ("Orto dei Semplici") o "Hortus messinensis" ("Orto di Messina"); dalla sua fondazione appartiene all'Università di Messina.

Storia[modifica | modifica sorgente]

A Pietro Castelli successe nella direzione Marcello Malpighi (1661), fondatore dell'istologia e dell'anatomia vegetale, che proprio sulle piante dell'orto messinese fece gran parte delle osservazioni riportate nelle sue opere scientifiche. Soppresso in seguito alla rivolta antispagnola della città nel 1678, fu ricostituito nel 1889 grazie all'opera di Antonino Borzì. Oggi l'orto botanico, sito in piazza XX Settembre, custodisce numerose specie arboree provenienti da tutto il mondo.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Tra le specie arboree presenti si annoverano Calodendrum capensis, Casuarina torulosa, Chorisia insignis, Dracaena draco, Ficus macrophylla, Ginkgo biloba, Livistona chinensis, Phoenix canariensis, Pinus brutia, Pinus longifolia, Pterocarya caucasica, Trachycarpus excelsius e Washingtonia filifera.
Altre piante di interesse sono Anona cherimolia, Eugenia jambos, Eugenia myrtifolia, Eugenia uniflora, Feijoa sellowiana, Flacourtia indica, Mangifera indica, Nymphaea capensis, Nymphaea alba, Persea gratissima, Pithecoctenium cynanchoides, Pontederia cordata, Psidium guajava e Psidium cattleianum.
Numerosi gli endemismi siculi presenti tra cui Carlina sicula, Centaurea crassifolia, Centaurea tauromenitana, Limonium minutiflorum, Senecio ambiguus, Senecio gibbosus, Scilla cupani.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Ferrara, Storia generale della Sicilia. Palermo : Francesco Dato, 1833, Tomo VI, pp. 348–353 [1]
  • Francesco Tornabene, Quadro storico della botanica in Sicilia, che serve di prolusione all'anno scolastico 1846 e 1847 nella Regia università degli studi in Catania. Catania : Tipografia del Reale Ospizio di beneficenza, 1847, p. 18 [2]
  • Giacomo Tripodi, L'Orto Botanico "Pietro Castelli", in "Annali di Storia delle Università italiane", volume 2, 1998 [3]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]