Orologio astronomico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orologio astronomico di Praga, con figure animate. Il quadrante con il sole indica che è circa mezzogiorno (ore XII, cifre romane). Le cifre arabe indicano il vecchio sistema orario locale. Come mostra sempre la stessa lancetta, il Sole ha appena lasciato il segno dei Pesci per entrare nell Ariete: è quindi fine marzo oppure inizio aprile. La lancetta con la sfera scura indica la posizione della Luna, che si trova nei Gemelli.
Il Gros-Horloge, l'orologio astronomico di Rouen, con il suo meccanismo del 1389 è uno dei più antichi d'Europa

Un orologio astronomico è un orologio con particolari meccanismi e quadranti che mostrano informazioni relative alla posizione del Sole e della Luna rispetto allo Zodiaco. Altri meccanismi possono permettergli talvolta di indicare la data esatta, la posizione dei pianeti maggiori o le fasi lunari.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

Il termine è spesso impiegato per indicare ogni orologio che mostra, in aggiunta all'ora corrente, informazioni di carattere astronomico. Queste possono includere la posizione del sole e della luna nel cielo, l'età e la fase della luna, la posizione del sole sull'eclittica e l'attuale segno zodiacale, il tempo siderale e altri dati come i nodi lunari, utili nella predizione delle eclissi ed una mappa celeste rotante.

Il quadrante delle ore, suddiviso in 24 settori, riproduce il moto apparente del sole intorno alla terra durante il giorno. Sono le dieci e mezzo del mattino.
Il quadrante dello zodiaco, suddiviso in 12 settori, riproduce il moto apparente del sole intorno alla terra durante l'anno. Il Sole è appena entrato nell'Arete, è inizio aprile.

Gli orologi astronomici, solitamente rappresentano il sistema solare utilizzando un sistema di riferimento geocentrico. Il centro del quadrante è spesso indicato con un disco o una sfera che rappresenta la terra posta al centro del sistema solare. Il sole è spesso rappresentato da una sfera dorata posta in rotazione attorno alla terra con un periodo di 24 ore. Questi strumenti sono in accordo con la visione cosmologica europea pre-copernicana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lo sviluppo dei primi orologi meccanici in Europa non è mai stato pienamente chiarito, ma si presume che intorno al 1300 - 1330 esistevano orologi meccanici il cui meccanismo funzionava grazie a pesi. Erano destinati a scandire il tempo degli eventi pubblici oppure a descrivere gli spostamenti dei corpi del sistema solare. Infatti, una volta introdotte le meccaniche dell'orologio, era normale che venissero applicate allo strumento dell'astrolabio, allora già in uso presso astrologi/astronomi.

Orologi astronomici celebri[modifica | modifica sorgente]

La tradizione di costruire orologi astronomici si diffuse con particolare successo in Europa centrale. Sono famosissimi gli orologi astronomici di Rostock, di Strasburgo e di Praga. Famoso anche l'orologio astronomico Passemant, a Versailles. Il Gros-Horloge, l'orologio astronomico della città francese di Rouen, con il suo meccanismo risalente al 1389, è uno dei più antichi d'Europa.

Per quanto riguarda l'Italia, si ricordano l'orologio astronomico di Messina, quello in Piazza della Loggia a Brescia, quello di Piazza dei Signori a Padova e quello del Torrazzo di Cremona.

Celebri gli orologi astronomici da polso di Christiaan van der Klaauw.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica